Prima di domani

Before I Fall

USA - 2017
3/5
Prima di domani
Cosa succederebbe se oggi fosse l'ultimo giorno per il resto della tua vita? Da questa domanda inizia il viaggio di Samantha Kingston detta Sam. Sam ha una vita perfetta, un ragazzo stupendo e tre amiche fantastiche. Tutto sembra andare per il verso giusto finché non realizza di rivivere lo stesso giorno più volte senza riuscire ad andare avanti.
  • Altri titoli:
    Si no despierto
    Le dernier jour de ma vie
    Wenn du stirbst, zieht dein ganzes Leben an dir vorbei, sagen sie
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: THRILLER
  • Specifiche tecniche: DCP (1:2.35)
  • Tratto da: romanzo omonimo (noto anche come "E finalmente ti dirò addio") di Lauren Oliver (ed. Piemme)
  • Produzione: AWESOMENESS FILMS, JON SHESTACK PRODUCTIONS
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES
  • Data uscita 19 Luglio 2017

TRAILER

RECENSIONE

di Marzia Gandolfi

Per sperimentare croci e delizie dell’eterno ritorno la provincia anonima del Pacific Northwest non è davvero il migliore dei mondi possibili.
Ingrata pure l’età della protagonista, membro popolare di un gruppo di fanciulle che fanno il buono e il cattivo tempo in un high school affondata nella bruma di Twilight.
Prima di domani svolge ancora e ancora l’ultimo giorno di vita di Samantha. Questo non è uno spoiler. La protagonista muore in un misterioso incidente dentro una notte profonda ma la mattina dopo si risveglia sempre nel suo letto. La giornata si ripete identica alla precedente: battute, incontri, passi falsi, crash. Per tutti e ovunque nella cittadina, tranne che nella percezione di Samantha, è il 13 febbraio. Il Cupido Day, giorno di rose, dichiarazioni ed epifanie.
Segue una serie incalcolabile di giorni di Cupido sempre uguali fuorché nelle variazioni impresse al proprio comportamento da un’adolescente progressivamente sbalordita, terrorizzata, opportunista, consapevole.

Indeciso tra La vita è meravigliosa, riconsiderare la propria esistenza in termini di imprescindibile valore, e Ricomincio da capo, riconoscersi per l’inutile egoista che fino a oggi si è stati, Prima di domani spreca il capitale accumulato (elevare e sublimare i comportamenti a rischio) nella sospensione temporale e si accomoda in un collaudato sistema retorico (sorella fastidiosa, nerd vessata, squad friends, jerky boyfriend e quello sensibile e segretamente innamorato). Rompicapo temporale e paradosso morale si risolvono amando. È amore la risposta, l’esito è l’accettazione di un nuovo se stesso, che traduce la pregressa conoscenza in una radicale azione di altruismo. Solo scoprendosi più buona e scoprendo il buono che alberga dietro la rabbia adolescente delle amiche si può uscire dall’incubo. Trasposizione del romanzo di Lauren Oliver (“E finalmente ti dirò addio”), Prima di domani è lenitivo invece che spaventoso, lucido invece che opaco. Così il giorno come il gioco finisce come se niente fosse davvero successo.

CRITICA

"Piacerà a chi ha già visto e gradito i vari film sul 'Groundhog Day'. Con un'unica ma considerevole variazione. Quelli erano commedie, questo è dramma perché comunque la morte aspetta la piccola Sam. Solo che prima del domani lei ha modo di rivedere (e cambiare) la sua vita tanto carina e tanto arida. Una storiella edificante? Forse ma recitata e raccontata benissimo." (Giorgio Carbone, 'Libero', 20 luglio 2017)

"Sembra uno dei tanti film adolescenziali, invece prende subito una via drammatica. (...) Senza scomodare «Ricomincio da capo», il soggetto è abusato. Però, le più giovani gradiranno un film meno banale del solito." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 13 luglio 2017)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy