Pole Position - I guerrieri della formula uno

ITALIA - 1980
Brani di repertorio che illustrano i problemi tecnici dell'automobilismo, il variopinto carrozzone dello spettacolo, i drammi dei piloti e dei costruttori.

CAST

CRITICA

"Come tutti sanno, il documentario non è figlio del cinema a soggetto (vedi i Fratelli Lumières) ed ha compiuto una sua validissima evoluzione tecnica, artistica e didattica. Una strada difficile, anche se non impossibile, è toccata al lungometraggio documentaristico che, per i suoi elevati costi tende a raggiungere il grosso pubblico pagante e si trova costretto a rivaleggiare con il film a soggetto sul campo commerciale. Ma anche in questo particolare fenomeno, la storia del cinema, passata e recente, dimostra che l'obiettivo è possibile con alcune condizioni: offrire un interesse con la materia scelta e con gli spezzoni montati; soddisfare l'intelligenza e la curiosità degli spettatori con distribuzioni e illustrazioni adeguate. I responsabili di questo 'Pole Position' sembrano avere ignorato i suesposti dati di esperienza e di buon senso. Essi hanno mirato a una malintesa commercialità ammonticchiando confusamente il materiale raccolto (di cui una buona metà è ripetitivo e didatticamente pleonastico), pensando che l'interesse potesse nascere solo dalla parata di personalità (corridori, divi occasionalmente presenti, tecnici), e dalla replicata presentazione di episodi clamorosi e tragici. In modo particolare, nella distribuzione generale degli spezzoni non si nota alcuna forma di logica. Un prodotto del genere, per conseguenza, può interessare unicamente i patiti dello sport automobilistico". ('Segnalazioni Cinematografiche', vol. 90, 1981)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy