Pirati

Pirates

FRANCIA, TUNISIA - 1986
Pirati
In seguito ad un naufragio, il famigerato pirata Capitan Red col suo mozzo Ranocchio sono alla deriva in mezzo al mare, su di una zattera, senza cibo e sull'orlo della disperazione. Ma a risolvere i loro guai arriva un galeone spagnolo, il "Nettuno", sul quale i due riescono a salire ma vengono presto scoperti ed arrestati. Capitan Red non si arrende. E' venuto a sapere che sulla nave c'è un meraviglioso trono azteco tutto d'oro e se ne vuole impadronire. Sobilla quindi la ciurma e la fa ammutinare: diventa così il nuovo comandante e fa prigionieri gli ufficiali, guidati da Don Alfonso, insieme a Dolores, una graziosa damigella nipote del governatore di Maracaibo della quale Ranocchio si innamora. Giungono su un'isola abitata da amici di Capitan Red, il quale vuole vendere gli ostaggi, ma viene tradito e gli spagnoli si liberano, si riprendono la nave e partono alla volta di Maracaibo. Capitan Red, Ranocchio ed altri, su una nave più piccola ma più veloce del "Nettuno", li inseguono ed arrivano nella località costiera. Qui il vecchio pirata riesce di nuovo a giocare gli spagnoli e il governatore stesso, mentre Dolores mostra sempre più simpatia per Ranocchio. Ma il destino è contrario agli avventurieri del mare: il trono d'oro è di Capitan Red solo per poco tempo, Dolores non potrà mai amare Ranocchio poiché, per volere dello zio, sposerà don Alfonso. Quindi i due fuorilegge, dopo vari combattimenti ed imbrogli, e dopo essere stati più volte vicini alla forca, sono costretti a fuggire su una zattera, di nuovo in balia delle onde, nella speranza di più fortunate avventure.
  • Durata: 124'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: SCOPE, 35 MM, PANAVISION
  • Produzione: TARAK BEN AMMAR PER CARTHAGO COOP. CINEMATOGRAFICA, ACCENT FILMS, COMINCO
  • Distribuzione: FILMAURO - MULTIVISION, NUOVA ERI, SKORPION ENTERTAINMENT

NOTE

- NEL PRIMO PROGETTO DEL FILM, PENSATO ANNI PRIMA DELLA REALIZZAZIONE, ROMAN POLANSKI AVEVA PENSATO A JACK NICHOLSON PER IL RUOLO DEL CAPITANO RED E A SE STESSO PER QUELLO DI RANOCCHIO.

CRITICA

"Tra gambe di legno e pinte di rhum, Roman Polanski rivisita il genere piratesco, realizzando un sogno da anni tenuto nel cassetto. Ma il suo humor sembra una sciabola spuntata." (Tv Radiocorriere)

"Tornato alla regia dopo un'assenza di otto anni, Roman Polanski ha cucito un film divertente, simpatico e sardonicamente irrispettoso, senza abusi di effetti speciali né tendenze allo stucchevole gigantismo hollywoodiano." (Telesette)

"Ritorno di Polanski al cinema dopo sette di silenzio, 'Pirati' è un gioco da ragazzi condotto con grande larghezza di mezzi. Senza rinunciare all'abituale cattiveria. Polanski si diverte e, tutto sommato, diverte anche noi." (Magazine italiano tv)

"Splendide scenografie e anche qualche risata." (Tv Sorrisi e canzoni)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy