Piacere, sono un po' incinta

The Back-up Plan

USA - 2010
Piacere, sono un po' incinta
Zoe è stanca di aspettare l'uomo giusto per avere un figlio, così decide di diventare mamma senza bisogno di un compagno. Tuttavia, il destino ha in serbo per lei uno scherzo bizzarro. Infatti, appena uscita dalla clinica cui è ricorsa per la fecondazione artificiale Zoe incontra Stan, l'uomo che potrebbe finalmente farle vivere il vero amore. Ma lui sarà pronto ad accettare di vivere una storia d'amore con una donna in attesa di un figlio non suo?
  • Altri titoli:
    Plan B für die Liebe
    El Plan B
  • Durata: 106'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: (1:2.35)
  • Produzione: CBS FILMS, ESCAPE ARTISTS
  • Distribuzione: SONY PICTURES RELEASING ITALIA
  • Data uscita 14 Maggio 2010

CRITICA

"Un tempo le commedie romantiche erano pensate anche in funzione di un pubblico maschile: in fondo quella cosa indecifrabile chiamata amore riguarda anche loro. Ma adesso che i film sentimentali rientrano nel filone interamente al femminile (per contenuti e ottica) dei cosiddetti «chick flics», per i signori spettatori la prova di accompagnare fidanzate e mogli al cinema si è fatta dura, in certi casi molto dura. Prendiamo 'Piacere, sono un po' incinta', pellicola dove Jennifer Lopez, tornata sullo schermo dopo un'assenza di cinque anni, incontra il principe azzurro nella persona del produttore di formaggi Alex O'Loughlin. (...) Ve lo immaginate un giovane uomo travolto, proprio nel magico momento iniziale della passione, in un clima pre-natale fatto di vomiti, rutti, fame vorace e visite ginecologhe? Il tutto dovrebbe provocare la risata, e invece nella piatta regia di Alan Poul suscita semmai irritazione e incredulità: chi, nonostante l'avvenenza della Lopez, si farebbe coinvolgere in un'avventura simile?" (Alessandra Levantesi Kezich, 'La Stampa', 14 maggio 2010)

"Spiacerà a coloro che per molti anni hanno molto amato Jennifer Lopez, ma ora sono arcistufi di vederla coinvolta in sciocche commediole sentimentali." (Giorgio Carbone, 'Libero', 14 maggio 2010)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy