Pezzo, capopezzo e capitano

ITALIA, GERMANIA - 1958
Il Comandante De Rossi, proprietario del "Bertani", un piccolo piroscafo, adibito a trasporti commerciali sulla riviera ligure, riceve dal comando del porto l'ordine d'installare sulla nave un cannone e di accogliere a bordo un capopezzo della marina tedesca, Hans. Un giorno il piccolo piroscafo incontra un sommergibile inglese che però passa oltre; ma avendo il comandante segnalato il fatto, tutta la costa viene messa in allarme per il timore di un attacco di sommozzatori alleati contro le navi da guerra alla fonda nei porti. L'incontro col sommergibile e più ancora le reazioni che ha provocato nell'alto comando tedesco hanno eccitato la fantasia di De Rossi, il quale sogna di affondare il sommergibile ottenendo in tal modo fama di eroismo e medaglie. Una mattina, sentendo cupi rimbombi ed immaginando una battaglia navale, De Rossi dirige il vecchio naviglio verso il punto immaginario del combattimento, spingendo le macchine a tutta forza. Le caldaie però, non resistendo allo sforzo, scoppiano e la nave incomincia ad affondare. De Rossi, che vuole almeno morire da eroe, si irrigidisce sul ponte salutando militarmente, e con lui si prepara all'estremo sacrificio tutto l'equipaggio. Ma quando sembra che per tutti sia venuta l'ultima ora, si ode uno schianto e il battello s'arena su una secca.

CAST

CRITICA

"Il lavoro, nel suo insieme è discontinuo e stentato, e trascinati per le lunghe sono tutti i suoi episodi, se di episodi si può parlare (...). De Sica esagera e calca il suo personaggio fino all'estremo (....)". (E. Fecchi, "Intermezzo", 3, 15/2/1959).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy