PENTIMENTO

ITALIA - 1952
Margherita D'Angelo, vedova di un aviatore civile, per vivere, fa la cantante di caffè concerto. Il proprietario del caffè, Berardo Morelli, tenta inutilmente di sedurla: indispettito per la resistenza opposta dalla donna, si consola con un'altra cantante, Ninì Dorè, e licenzia in tronco Margherita. L'ingiusto trattamento provoca le proteste di Margherita: tra questa e Ninì ha luogo uno scontro. Urtata brutalmente, Margherita viene curata e guarita. Nel tragitto dall'ospedale a casa, l'auto di Margherita viene assalito da ragazzacci, che tentano di rubarle la valigia. Uno dei ragazzi viene catturato dall'autista con la refurtiva: Margherita si porta a casa il monello e apprende la sua storia. E' solo: la madre l'ha abbandonato, il padre fa il minatore nel Belgio. Lasciato andare, ritorna ancora da Margherita, che lo tratta con e un figlio. Risulterà poi che il ragazzo e figlio di Ninì Dorè, che d'accordo con Berardo, ricatta Margherita. Intanto rientra dal Belgio Sandro, il marito di Ninì e padre del ragazzo. Egli affronta Berardo, che tenta d'ucciderlo, ma ferisce invece mortalmente Ninì. Questa, prima di morire, chiede perdono delle sue colpe. Sandro sposerà Margherita.

CAST

CRITICA

"E' un dramma a forti tinte, scarno di pregi artistici e tecnici; ma ricco di facile sentimentalità". (Anonimo, "Segnalazioni Cinematografiche", Vol. XXXII, 1952).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy