PATRIZIA E IL DITTATORE

STORM IN A TEACUP

GRAN BRETAGNA - 1937
Una piccola città dell'Inghilterra è afflitta da un sindaco megalomane, il quale non contento d'assumere atteggiamenti dittatori di fronte ai suoi amministrati, aspira alla deputazione. Un giovane redattore del giornale locale va ad intervistarlo. Ha così occasione di assistere ad una scena penosa tra il sindaco ed una povera venditrice ambulante, alla quale hanno sequestrato la cagnetta 'Patrizia', perché non ha pagato la tassa. Senza ascoltare le proteste della povera donna, il sindaco la scaccia. Il giornalista, indignato, pubblica sul giornale un articolo, in difesa dei cittadini vessati dal sindaco antidemocratico. L'articolo fa tanto chiasso che il sindaco per difendersi, cita in giudizio il giornalista per calunnia. Al processo il giornalista riesce a far credere di essere sposato segretamente con la figlia del sindaco, che in realtà ricambia il suo amore, evitando così la deposizione di lei. Di fronte alla minaccia di uno scandalo il sindaco ritira la querela, riconquistando la popolarità; il giornalista sposerà la figlia del sindaco; la venditrice ambulante ha tratto un tal vantaggio dal chiasso fatto intorno al suo nome, che può pagare la tassa e riavere Patrizia.
  • Genere: SATIRICO
  • Produzione: PREDENIUS (LONDRA)
  • Distribuzione: OMNIA
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy