Pane, amore e Andalusia

Pan, amor y... Andalucía

ITALIA - 1958
Il maresciallo in pensione Antonio Carotenuto, che dirige la banda di Sorrento, allo scopo di rimandare per l'ennesima volta il suo matrimonio con Violante, fa in modo che il suo complesso partecipi al concorso bandistico internazionale di Siviglia. Appena arrivato in Spagna, il maresciallo incontra una bella e ricca messicana, Dolores, che si innamora di lui e vorrebbe sposarlo. Il maresciallo però è colpito dall'avvenenza di Carmen, giovane danzatrice e cantante, che s'è esibita finora in parti di secondo piano. La ragazza è innamorata di Paco, figlio di un ricco proprietario, che però si oppone al matrimonio provocando litigi e incomprensioni che turbano i rapporti fra i due innamorati. Accettando l'offerta del maresciallo, Carmen si esibisce insieme alla banda di Salerno, ma rifiuta senza dubbio la sua proposta di matrimonio. Intanto Dolores è più che mai decisa a conquistare il maresciallo. Per lenire il dolore del rifiuto di Carmen e sottrarsi alle mire della messicana, Carotenuto ripara in un convento di frati e dichiara di voler abbracciare la vita monastica. Avvertito da un telegramma, arriva da Sorrento il fratello sacerdote, che riesce a mettere a posto ogni cosa. Carmen può finalmente fidanzarsi con Paco e il maresciallo fa ritorno con la sua banda a Sorrento. Ma quando il piroscafo giunge nel porto, Carotenuto scorge sul molo sia Violante che Dolores, entrambe decise a farsi sposare da lui. Per sfuggire loro, il maresciallo resta sulla nave che prende il largo.
  • Altri titoli:
    Bread, Love and Andalucia
    Pan, amor y manzanilla
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: EASTMANCOLOR
  • Produzione: VITTORIO DE SICA PER TREVI, DE SICA (ROMA), BENITO PEROJO PER LA PEROJO PRODUCCIONES (MADRID) - TITANUS
  • Distribuzione: TITANUS - MFD HOME VIDEO

CRITICA

"Questa quarta puntata delle avventure sentimentali del maresciallo Carotenuto è stata realizzata in compartecipazione con la Spagna ed è moderatamente divertente. Più che sul debole soggetto, punta sull'esteriore appariscenza del bel colore, sul fascino della 'stella' spagnola Carmen Sevilla e sulla recitazione di De Sica". (Umberto Tani, "Intermezzo", 11, 15 giugno 1959).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy