ORZOWEI IL FIGLIO DELLA SAVANA

ITALIA, GERMANIA - 1976
ORZOWEI IL FIGLIO DELLA SAVANA
Orzowei, ovvero «quello che fu trovato», è un giovanissimo orfano di pelle bianca, che un negro della bellicosa tribù degli Uzi ha allevato come un proprio figlio, mentre gli altri membri della comunità lo odiano. Superata con coraggio la «grande prova», necessaria per far di lui un guerriero, ma scacciato egualmente dal villaggio, egli diventa amico di Pau, capo della pacifica tribù dei Din, il quale lo consiglia di unirsi a un gruppo di boeri, cacciatori e mercanti di pelli, capeggiato dall'anziano Paul. Se gli Uzi, però, lo respingono come appartenente a un'altra razza, i bianchi, a parte Paul e pochi altri, lo disprezzano giudicandolo un selvaggio come i compagni di colore coi quali è cresciuto. Uniti, però, nel respingere un assalto degli Uzi, nemici sia dei Din che bei bianchi, Paul e Pau, convinti entrambi che in un uomo «conta il colore del cuore, non quello della pelle», lo aiuteranno a uscire dalla sua triste situazione di reietto.
  • Durata: 105'
  • Genere: DRAMMATICO, AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: NORMALE TECHNOSPES
  • Tratto da: ROMANZO "ORZOWEI" DI ALBERTO MANZI
  • Produzione: ONIRO (ROMA) RM (MONACO)
  • Distribuzione: GOLD
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy