Nude... si muore

ITALIA - 1968
In un aristocratico collegio femminile giunge una nuova assistente, la signorina Clay, che si dimostra severa con le ragazze, le quali, nonostante tutto, cercano di combattere a loro modo la disciplina. Lucy, ricca ereditiera e orfana, il cui patrimonio è amministrato da un cugino a lei stessa sconosciuto, fino al compimento dei diciotto anni, è la più insofferente e, poiché è innamorata di Richard, il maestro di equitazione, spera di andarsene con lui. Una sera, una delle ragazze, Betty Ann, che si trovava nella cantina per prendere le sue cose, viene strangolata: la sua assenza, anche se preoccupa, non mette in allarme la direzione, che cerca di calmare le giovani impaurite dalle teorie di Gil, una loro compagna, appassionata lettrice di gialli e polizieschi. La sera dopo, un'altra ragazza, che era andata a fare la doccia, viene strangolata mentre dalla finestra il giardiniere stava guardando. Giunge la polizia, che trova il cadavere di Betty Ann ma che non riesce ad impedire l'assassinio del giardiniere. E mentre Lucy viene interrogata, la compagna Denise, che era andata al suo posto per avvertire Richard di un ritardo all'appuntamento, viene assalita da una persona vestita da subacqueo che tenta di ucciderla, ma Gil e la polizia la salvano mentre l'uomo fugge. E il giorno dopo la signorina Clay viene trovata morta nella calce viva: Lucy, impazzita, va da Richard: entrata nella sua casa lo vede cadere ferito mentre appare la figura della signorina Clay...
  • Altri titoli:
    Sieben Jungfrauen für den Teufel West Germany
    Sette vergini per il diavolo
    Crimen en la residencia Spain
    School Girl Killer
    The Young, the Evil & the Savage
    The Miniskirt Murders International
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: POLIZIESCO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:2.35), CROMOSCOPE - EASTMANCOLOR
  • Produzione: VIRGILIO DE BLASI PER B.G.A., DANTE AMATULLI PER SUPER INTERNATIONAL PICTURES
  • Distribuzione: REGIONALE - AVO FILM

CRITICA

"Un modesto fumettone del genere 'noir' basato su effetti puerili scontati più da film dell'orrore che da giallo e privo di consistenza e interesse." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 65, 1968)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy