Non sono superstizioso... ma!

ITALIA - 1943
Un giovane barone, poche ore prima del proprio matrimonio, si addormenta profondamente e sogna che la sua fidanzata non lo ama affatto, anzi, che gli preferisce un altro, mentre i futuri suoceri ripongono tutte le loro speranze su questo matrimonio per rialzare le sorti della famiglia, sull'orlo della bancarotta. Svegliatosi di soprassalto, il barone ha appena il tempo di arrivare puntuale in casa della fidanzata. Ma il sogno lo ha turbato profondamente e ben presto si accorge che tutto ciò che vede accadere intorno a lui corrisponde perfettamente al sogno. Dopo poche ore, ottiene anche la prova che la sua fidanzata non lo ama più. Il giovane si finge allora rovinato finanziariamente; e solo allora capisce che il suo amministratore lo ha realmente e letteralmente ridotto al verde. I genitori della fanciulla vedono allora sfumare le loro speranze e annullano il matrimonio. Mentre il barone si allontana, però, viene raggiunto dalla sorella della sua ex fidanzata a cui non importa quanti soldi abbia.
  • Durata: 82'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: ACI
  • Distribuzione: ACI-EUROPA

CRITICA

"Carlo Ludovico Bragaglia è il regista dei 'film senza pretese', val quanto dire dei film a carattere comico-sentimentale che non hanno altro scopo che rallegrare gli spettatori rasentando la farsa o addirittura ingolfandovisi. (...) Con un po' di diligenza poteva essere un film gustoso e invece non lo è. Il protagonista, ioè De Sica, che agisce nella vita secondando un sogno che è stato un incubo e che ha molta attinenza con la realtà, ci persuade poco, non per la trovata in sé che è originale e carina, ma perché tale trovata è superficialmente svolta". (Alberto Blandi, 'La Stampa', 8 ottobre 1944)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy