Non mandarmi fiori!

Send Me No Flowers

USA - 1964
Non mandarmi fiori!
Convinto, a torto, di avere soltanto pochi mesi di vita, George decide di fare in modo che, al momento del trapasso, sia tutto a posto. Una delle sue preoccupazioni consiste nel trovare un secondo marito per sua moglie Judy. Il comportamento bizzarro di George, che sembra spingere sua moglie tra le braccia di un vecchio ammiratore, indispettisce Judy. La donna crede che suo marito abbia un'altra donna e stia per lasciarla. George, per risolvere la situazione, rivela alla moglie di essere ormai vicino alla morte. Disperata, Judy scopre ben presto che la malattia del marito è del tutto immaginaria. Però allora il suo dolore si trasforma in indignazione per la presunta doppiezza del marito, tanto da spingerla ad abbandonare il tetto coniugale. Tale proposito va però in fumo quando Judy s'accorge che George crede davvero nella propria imminente fine. Commossa, torna al suo fianco per aiutarlo a guarire dalla sua malattia immaginaria.
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM, TECHNICOLOR
  • Tratto da: Commedia di Norman Barasch e Carroll Moore
  • Produzione: MARTIN MELCHER PRODUCTIONS, UNIVERSAL PICTURES
  • Distribuzione: UNIVERSAL - CIC VIDEO (CLASSICI DEL CINEMA AMERICANO)

CRITICA

"Si tratta di una piacevole commedia dal tono tipicamente americano, non priva d'una sua garbata spigliatezza e di talune punte satiriche nei confronti di certe manie odierne. Diretto con elegante mestiere, il film si avvale della collaudata recitazione di una coppia di noti attori." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 57, 1965)

"La migliore (anche se oggi abbondantemente impolverata) commedia della caramellosa coppia Rock Hudson - Doris Day, scoppiettante nelle sequenze comiche, un po' melensa nelle parentesi sentimentali. L'eclettico Norman Jewison tiene a freno con disinvoltura le smorfie di Doris Day e le sdolcinature di Rock Hudson, marito di una donna suo malgrado". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 19 maggio 2003)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy