Nicotina - La vita senza filtro

Nicotina

ARGENTINA, SPAGNA, MESSICO - 2003
Nicotina - La vita senza filtro
L'azione si svolge in tempo reale tra le 21:17 e le 22:50 di un qualsiasi giorno d'autunno. Lolo è un hacker esperto che riesce a infiltrarsi in ogni computer, ma un giorno, proprio quando sta per concludere l'affare destinato a cambiargli la vita, un 'incidente' fa sì che confonda il disco che contiene i dati di accesso di una banca svizzera con un altro 'più personale'. Scoppia così il caos e le strade della città diventano un surreale campo di battaglia dove lo stesso Lolo, il suo amico Nene, il loro capo, un mafioso russo assetato di soldi, una parrucchiera frustrata insieme a suo marito incapace di regalarle una vita felice e una farmacista scontenta del suo matrimonio, s'incontrano, si scontrano, si spiano e si sparano tra loro per trovare 20 diamanti scomparsi... Quello che li lega è soltanto la passione per il fumo, l'unico piacere delle loro esistenze travagliate.
  • Altri titoli:
    Cigarrros, desamores y 20 diamantes
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, NOIR
  • Produzione: LAURA IMPERIALE, MARTHA SOSA, LILIANA MAZURE E ANTONIO CHAVARRIAS PER: CACEROLA FILMS, ALTAVISTA FILMS, VIDEOCINE, ARCA DIFUSION (ARG.), FIDECINE-MEXICO, OBERON FILMS (SPAGNA), TELEVISTA CINE, CINECOLOR, VIDEOCOLOR
  • Distribuzione: I.I.F. (2005)
  • Data uscita 21 Gennaio 2005

TRAILER

RECENSIONE

di Federico Pontiggia

Città del Messico: Lolo fa confusione con un Cd-Rom e innesca una reazione a catena. Venti diamanti si sono persi e tutti, compresa la mafia russa, li vogliono: otto personaggi, fumando e tossendo, finiranno per uccidersi tra di loro. Commedia nera, sgangherata e frenetica: il regista – nato a Buenos Aires ma messicano d’adozione – preme l’acceleratore del grottesco in una corsa notturna tra le strade della città. Il plot è costellato da considerazioni sul fumo e sulla dipendenza indotta, il nervosismo che lo percorre è quello di un accanito tabagista in crisi di astinenza, ma la nicotina – afferma condivisibilmente Rodriguez – diviene “il pretesto per parlare delle frustrazioni economiche, delle violenze familiari e delle ambizioni smisurate” secondo la tradizione trans-nazionale del genere di riferimento (noir). L’ottica deformata della camera si rivela così funzionale alla messa a fuoco delle disforie sociali, in cui il riscatto ha la viscosità del sangue e la cecità della notte. Nel finale, puntualmente, arriva il fuoco purificatore, ma la catarsi ha la residenza nella megalopoli latino-americana? Da non perdere d’occhio l’emergente Diego Luna (Y tu mama tambien, The Terminal). Anche i non-tabagisti – visto l’epilogo – apprezzeranno.

NOTE

- IL FILM HA VINTO SETTE ARIEL AWARDS E IL PREMIO PER IL MIGLIOR FILM DELL'ANNO ASSEGNATO DAI GIORNALISTI CINEMATOGRAFICI MESSICANI

- PREMIO DEL PUBBLICO AL FESTIVAL DI PESARO 2004.

CRITICA

"La black comedy è cinica e brillante, sporca di noir e macchiata di rosso pulp come dice bene la promozione. Le colpevoli sono due sigarette ma la star, in un cast omogeneo e ben ritmato sul gusto del thriller all' inglese, è il simpatico Diego Luna, uno dei chicos di 'Y tu mamá también', attore per Spielberg in 'Terminal' e astro del cinema messicano export che per questo film ha vinto pure il gran premio del peggior fumatore." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 15 gennaio 2005)

"Cadaveri, pistole, atmosfere pulp e un avvertimento: la vita più la tiri, più tendi la corda, e più si accorcia. Come la sigaretta, esatto. Quella miscela di carta, nicotina e catrame che diventa il leit motiv di 'Nicotina', pellicola noir, schizofrenica, psichedelica dell'argentino Hugo Rodriguez, impaginata e scompaginata cliccando su l'uno o l'altro siparietto intriso di sangue e divertimento. Nella caccia aperta ad una manciata di diamanti, la comicità sconfina in gag paradossali e il rosso sangue ha il plateale sapore di sugo di pomodoro. Forse troppo. Occhio al talento di Rodriguez." (Leonardo Jattarelli, 'Il Messaggero', 21 gennaio 2005)

"Questo film ha battuto record di incassi in Messico e ha presenziato in molti festival. Attuale perché il filo che collega le storie è quello fumoso delle sigarette, 'Nicotina' è un noir che si svolge in tempo reale tra le 21.17 e le 22.50 di una sera d' autunno a Città del Messico. (...) Una black comedy cinica, moralmente banale ma a suo modo brillante, sporca di noir e macchiata di rosso pulp, come dice la promozione. Al centro il chico formato export Diego Luna, reduce dagli Usa." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 22 gennaio 2005)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy