Nel bagno delle donne

ITALIA - 2020
Nel bagno delle donne
La cultura delle "scorciatoie", che è alla base del malcostume del nostro paese, si è radicata sempre di più e danneggia qualsiasi prospettiva di ripresa. In questo universo si inserisce la nostra storia. Giacomo, il protagonista, 35 anni di pigrizia, è un uomo che non sa e non vuole combattere. È un orso introverso, un po' nerd ma poco social, che cammina con lo sguardo basso su uno dei suoi dispositivi senza dare alle persone quello che vorrebbero da lui: solamente un po' di attenzione e un po' di entusiasmo. Perde il lavoro, viene lasciato dalla moglie e per caso rimane chiuso nel bagno di un cinema d'essai. Il mondo lo ha aggredito, e la sua reazione è chiudersi a riccio, come farebbe un bambino, decidendo di rimanere bloccato in quel bagno, al riparo dalle minacce, dai fallimenti e, più in generale, dagli altri. Il suo gesto è folle, infantile, estremo, ma concretizza un desiderio che tutti gli uomini hanno. Giacomo, dentro quel bagno, si sente come un feto dentro la pancia della mamma. E così prende la decisione più importante, folle e priva di senso della sua vita: decide di rimanere lì dentro, chiuso in quel bagno, almeno per un po'. E questo potrebbe essere l'epilogo assurdo di una storia drammatica, invece è proprio a questo punto che comincia veramente la storia. Perché questo gesto codardo, pazzo e infantile, porta a delle conseguenze inimmaginabili.
  • Durata: 94'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: romanzo 'Se son rose' di Massimo Vitali (Editrice Fernandel)
  • Produzione: BELLA FILM CON RAI CINEMA, KAHUNA FILM
  • Distribuzione: ISTITUTO LUCE CINECITTÀ
  • Data uscita 3 Dicembre 2020

TRAILER

NOTE

- IN ESCLUSIVA SU MIOCINEMA.

- CANDIDATO AL DAVID DI DONATELLO NELLA SEZIONE FILM ITALIANI (2021).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy