Nadine, un amore a prova di proiettile

Nadine

USA - 1987
Nadine, un amore a prova di proiettile
Nadine fa la manicure ed è sposata con Vernon, il gestore di uno squallido bar di provincia in cui si danno appuntamento nullafacenti di ogni sorta. Il loro non è un matrimonio felice e così, quando scopre di essere rimasta incinta, Nadine progetta di lasciare suo marito per crescere da sola il suo bambino. Prima di cominciare la sua nuova vita, però, deve far scomparire i negativi di un servizio compromettente che le ha scattato il fotografo Raymond Escobar, e così si reca a casa sua per cercare di venire a patti. Quando lo trova ucciso, a Nadine non resta che fuggire portando con sé una busta su cui è scritto il suo nome. Dentro, però, non ci sono i negativi delle sue foto, ma quelli del progetto di un'autostrada che sconvolgerà la topografia dell'intera cittadina. Inseguita da uno speculatore senza remore deciso a recuperare il 'suo' progetto, Nadine non potrà far altro che chiedere aiuto proprio a Vernon...
  • Durata: 83'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM, PANORAMICA, METROCOLOR, ARRIFLEX CAMERA
  • Produzione: ARLENE DONOVAN PER ML DELPHI PREMIER PRODUCTIONS, TRISTAR PICTURES
  • Distribuzione: COLUMBIA PICTURES ITALIA (1987) - 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

CRITICA

"Filmetto modesto tutto fanfaronate e battibecchi, tutto di maniera e prevedibile (a parte la presenza in scena, quando i cattivi sono all'opera, di uno scatolone di serpenti a sonagli). Gli stessi interpreti (Jeff Bridges e Kim Basinger) sembrano palesemente poco convinti di ciò che fanno, nella serie di disavventure in cui incappano, lei per far sparire una buona volta quelle dannate foto, lui per uscire dalla micragna e dalle sbruffonate, mettendo finalmente in piedi un lucroso affare." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 103, 1987)

"Storia d'amore in cadenze di commedia, camuffata da 'thriller' d'inseguimento. Dovrebbe essere un ritratto di donna ma il ritratto non viene fuori. Semmai è uno schizzo. Chiudete gli occhi e immaginatelo con la coppia Hepburn-Gable." (Laura e Morando Morandini, 'Telesette')

"Impossibile riconoscere la mano di Robert Benton in questa commedia piacevole ma Decisamente "qualunque. Jeff e Kim sorridono a tutto schermo: forse sorridono più del pubblico." (Francesco Mininni, 'Magazine Italiano tv')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy