MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE

DEATH OF A SALESMAN

USA - 1951
Willy Loman è un maturo commesso viaggiatore, che da tempo soffre d'incubi ed è perseguitato dal ricordo del passato. Willy è un megalomane, convinto d'esser un grand'uomo, mentre in realtà è un uomo assai mediocre. Per un certo tempo è riuscito a convincere della sua superiorità la moglie Linda, donna affettuosa e comprensiva, e i suoi due figli, Biff e Happy. Questi lo credevano veramente un uomo superiore; ma ormai lo disprezzano, vedendo che dopo tanti anni di lavoro non è riuscito a migliorare la propria condizione sociale. Happy pensa soltanto a guadagnare denaro per alimentare la propria dissolutezza; Biff ha perduto ogni fiducia nel padre e nella vita da quando, giovinetto, ha scoperto un'occasionale avventura extraconiugale di Willy. Biff è andato per anni ramingo: il suo ritorno ha provocato una penosa crisi. Ora Willy e Biff iniziano, pieni di rosee speranze, una nuova giornata; ma Willy, che ormai non riesce più a combinar niente, viene licenziato e Biff ricorre ai soliti espedienti poco puliti. Di fronte alla triste realtà, la finzione non regge più e Willy, combattuto tra opposti sentimenti, s'allontana con la sua automobile, quasi per fuggire i tristi pensieri, e trova la morte.

CAST

NOTE

COPPA VOLPI PER IL MIGLIOR ATTORE A FREDRIC MARCH ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA DEL 1952.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy