Moonage Daydream

USA - 2021
Moonage Daydream
David Bowie è stato uno degli artisti più prolifici e influenti del nostro tempo. Lavorando in particolare nella musica e nel cinema, Bowie ha anche esplorato varie altre forme d'arte: danza, pittura, scultura, collage video, sceneggiatura, recitazione e teatro dal vivo. Il documentario rappresenta un'esperienza cinematografica che sfida il genere, alle prese con spiritualità, transitorietà, isolamento, creatività e tempo per rivelare la celebre icona con la sua stessa voce.
  • Durata: 140'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO, MUSICALE
  • Produzione: BRETT MORGEN PER PUBLIC ROAD PRODUCTIONS, BMG, LIVE NATION, DEBRA EISENSTADT, BILL GERBER, ANDREW MURRAY
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES
  • Data uscita 26 Settembre 2022

TRAILER

NOTE

- PRODUTTORI ESECUTIVI: AISHA COHEN, TOM CYRANA, EILEEN D'ARCY, KATHY RIVKIN DAUM, JUSTUS HAERDER, RYAN KROFT, HARTWIG MASUCH, HATHER PARRY, MICHAEL RAPINO, BILL ZYSBLAT.

- PRIMO FILM APPROVATO DAGLI EREDI DI BOWIE. NEL 2017 HANNO PERMESSO AL REGISTA MORGEN DI ACCEDERE ALL'ARCHIVIO SENZA RESTRIZIONI.

- IL TITOLO SI RIFERISCE AL BRANO, SCRITTO ED INTERPRETATO DA BOWIE, DEL 1971. LA CANZONE VIENE PUBBLICATA COME SINGOLO APPARTENENTE AL PRIMO ALBUM DELLA BAND CREATA DA BOWIE CHIAMATA 'ARNOLD CORNS'.

- IL REGISTA BRETT MORGEN AVEVA GIÀ REALIZZATO UN FILM BIOGRAFICO SU UN'ICONA MUSICALE: "KURT COBAIN: MONTAGE OF HECK" (2015).

- PRESENTATO AL 75. FESTIVAL DI CANNES (2022), SEZIONE 'MIDNIGHT SCREENINGS'.

- NELLE SALE ITALIANE IL 26-27-28 SETTEMBRE 2022.

CRITICA

"Un ritratto caleidoscopico, psichedelico, emozionante che per due ore e venti minuti trascina lo spettatore in un vortice di suoni, immagini, video, performance, opere d' arte, concerti, registrazioni, parole. Un' immersione totale nella creatività a 360 gradi di David Bowie, la rappresentazione del suo talento eclettico che per quasi mezzo secolo si è dispiegato tra musica, cinema, teatro, pittura, scultura, stili estetici, spiritualità (...) Il regista americano (...) è stato il primo e finora l'unico estraneo ad avere accesso agli immensi archivi della David Bowie Estate dove, con il permesso della famiglia del Duca Bianco, ha avuto a disposizione cinque milioni di materiali, la maggior parte dei quali inediti. Selezionati i più sorprendenti, li ha poi montati scegliendo come filo conduttore le hit (Heroes, Rebel Rebel, Changes, Starman, Ziggy Stardust, Life on Mars, Fame, Golden Years, Let' s Dance, appunto Moonage Dreams...) e la voce stessa di Bowie che in una serie di interviste, rilasciate in momenti diversi della carriera, si mette a nudo (...)." (Gloria Satta, 'Il Messaggero', 25 maggio 2022)

"È molto più di un documentario. "Moonage Daydream" di Brett Morgen è un'immersione totale nella vita di David Bowie, nella sua musica e non solo; nell'atelier dove dipingeva e che apriva a pochissimi, nei suoi alter ego (Ziggy Stardust, il Duca Bianco), nei travestimenti iconici che nessuno negli anni '70 ancora definiva gender fluid ma che hanno influenzato moda e umori di generazioni a venire, nei video inediti e nelle interviste in cui lui stesso si racconta. Dopo la scomparsa nel 2016, a 69 anni, il regista ha avuto accesso all'immenso archivio personale di Bowie con cinque milioni tra filmati e registrazioni inedite, perché l'artista inglese conservava ogni traccia del suo percorso. Brett Morgen (...) è riuscito a restituire un viaggio dove è la stessa voce di Bowie ad accompagnarci nella sua avventura umana e artistica, quasi "station to station", citando un suo album, raccontando anche le scelte che lo misero alla prova." (Valentina Vignale, 'Rolling Stone', 26 settembre 2022)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy