MONEY

MONEY

GERMANIA - 1989
MONEY
Carmen Muller è una trasandata casalinga tedesca, abituata a far da serra al marito Werner e ai figli Natascha e Jean-Jacques che la trattano senza riguardi. Improvvisamente la donna scopre per caso che Werner è stato licenziato da più di due mesi e che ha 80000 marchi di debiti. Inultimente si rivolge allora alla propria banca: il direttore della filiale, Lothar Fuchs, le nega ogni aiuto, cosicché casa e mobili le saranno presto confiscati. Mentre è depressa per tale situazione, Carmen riceve un rappresentante di cosmetici, che la convince ad affidarsi alle sue cure e la rende irriconoscibile: è così imbellita che gli uomini l'ammirano. Carmen Muller decide di rapinare la banca, armata di una pistola; nessuno le resiste, e lei può allontanarsi senza essere identificata, portandosi via una borsa piena di denaro e Lothar come ostaggio. Raccontata al marito la sua avventura, la donna, tenendo i figli all'oscuro di tutto, fugge, portandosi dietro l'ostaggio, nascosto in un baule, e raggiunge con lui Allgau, una località elegante e solitaria. Qui si istalla in un camper di lusso, fra champagne e cibi prelibati, senza mai slegare il suo prigioniero, che le è sempre piaciuto e che ora è ai suoi ordini anche come amante. Infine la carceriera non ha più bisogno di tener legato il prigioniero, ma i rapporti erotici con lui non le danno più piacere. Intanto Werner, solo e triste, riceve la bella vicina Gabrielle Gasaman, amante ufficiale di Fuchs, alla quale narra sinceramente quanto è accaduto, e presto anche fra loro nasce un rapporto amoroso. In seguito Werner e Gabrielle raggiungono l'altra coppia, e, divenuti tutti amici, studiano insieme un piano abilissimo, che, mettendoli in rapporto con grosse potenze finanziarie, li trasformerà in finanzieri di sicuro avvenire. Ogni coppia torna quindi al proprio appartamento, e Fuchs finge d'essere stato liberato dalla sua rapitrice che dice di non aver mai visto in viso. Carmen mette allora nascostamente davanti alla porta di ciascuna villetta del condominio in cui abita, una busta con una somma di danaro in dono, ma questa trovata si risolve in causa di liti e di scompiglio.
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: GROTTESCO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA A COLORI
  • Produzione: OLGA FILM
  • Distribuzione: MIKADO FILM - EMPIRE VIDEO, POLYGRAM FILMED ENTERTAINMENT VIDEO

CRITICA

Questo film grottesco è pervaso di una autoironia, che si rivolge sia ai personaggi (tutti criticabili e tutti colpevoli), che alla società consumistica, dominata dal denaro. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy