Mi presenti i tuoi?

Meet the Fockers

USA - 2004
Mi presenti i tuoi?
Dopo varie peripezie, Greg Fotter è riuscito a conquistarsi un posto nel 'Cerchio della Fiducia' del Sig. Byrnes, padre della sua fidanzata Pam. I due ragazzi sono in procinto di sposarsi, perciò le due famiglie, i Byrnes e i Fotter, decidono di passare un week end insieme nella casa in Florida di quest'ultimi per conoscersi meglio. Sulle prime tutto sembra andare per il meglio ma forse Greg ha nascosto troppe cose al suo futuro suocero...
  • Altri titoli:
    Meet the Fokkers
    Meet the Parents 2
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Tratto da: personaggi ideati da Greg Glienna e Mary Ruth Clarke
  • Produzione: ROBERT DE NIRO, JAY ROACH E JANE ROSENTHAL PER UNIVERSAL PICTURES, DREAMWORKS SKG, TRIBECA PRODUCTIONS, EVERYMAN PICTURES
  • Distribuzione: UIP (2005) - DVD E BLU-RAY: UNIVERSAL PICTURES HOME ENTERTAINMENT (2011)
  • Data uscita 11 Febbraio 2005

RECENSIONE

di Valerio Sammarco

Dopo aver incassato, in giro per il mondo, qualcosa come 300 milioni di dollari per Ti presento i miei, il regista e produttore Jay Roach cavalca ovviamente l’onda e – rinforzando il cast con due pezzi da novanta come Dustin Hoffman e Barbra Streisand – costringe il dispotico Jack Byrnes (Robert De Niro) ad un weekend in Florida della tenuta della famiglia Focker. L’infermiere Greg/Gaylord (Ben Stiller) e la bella Pam (Teri Polo), infatti, fra qualche mese convoleranno a nozze e, naturalmente, i consuoceri non possono evitare la reciproca conoscenza. Sequel, tutto sommato indolore, del precedente, fortunato episodio, Mi presenti i tuoi fa perno sui consueti meccanismi di comicità che permisero – quattro anni fa – di sbancare i botteghini: la caratterizzazione di De Niro, la fisicità di Ben Stiller e, stavolta, l’affiatamento dei coniugi Focker, un Dustin Hoffman che fa la capoeira e una Barbra Streisand (che torna davanti la macchina da presa dopo otto anni) psicologa del sesso per la terza età, sono elementi che non stravolgono le modeste aspettative. Rimanere “nel circolo della fiducia” di Jack diventa per Greg la più importante delle ossessioni, ma convincere i genitori a fingere di essere ciò che non sono porterà ad una serie di pasticci: il gioco degli equivoci, seppur prevedibile negli sviluppi, è  ben congegnato e strutturato, ma il continuo inserimento di avvenimenti improvvisi (la maternità di Pam, il presunto figlio illegittimo di Greg e via dicendo) sembra a volte un tentativo macchinoso per tenere viva la narrazione, forse troppo asservita alla personalità degli interpreti. La parte del leone, alla fin fine, la farà “Piccolo Jack” (il nipotino di casa Byrnes in trasferta coi nonni), impersonato dai fratellini Spencer e Bradley Pickren, alla loro prima esperienza e vere forze della natura. Verso la chiusura, un cameo a sorpresa di Owen Wilson (nel precedente episodio ex di Pam, ora improbabile servo del Signore) e, come sempre, occhio ai titoli di coda: la microcamera nascosta di De Niro è stata nuovamente messa in funzione.

NOTE

- SEQUEL DI 'TI PRESENTO I MIEI' (2000).

CRITICA

"Si tratta del 'seguito' di 'Ti presento i miei', grande successo mondiale del 2000. Il doveroso ricambio di visita ai genitori di lui avviene all'insegna del coinvolgimento di due star del cinema americano (Dustin Hoffman/Bernie e Barbra Streisand/Roz) che però non sono sufficienti a far lievitare la vicenda e la respingono al di sotto della precedente. Il risultato era inevitabile, dal momento che la scelta degli autori è stata quella di mescolare i toni brillanti della commedia degli equivoci con quelli del canovaccio demenziale tipo 'American Pie'." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 139, 2005).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy