Mean Girls

USA - 2004
Mean Girls
Cady Heron si è trasferita da poco, dall'Africa, in una cittadina nei pressi di Chicago. Ben presto si rende conto di quanto sia dura la vita sociale per un'adolescente al liceo di North Shore e le cose si complicano ulteriormente quando si innamora di Aaron Samuels, l'ex fidanzato della ragazza più popolare della scuola, Regina George, detta anche l'Ape Regina. Tra le due ragazze inizia una sfida all'ultimo sangue che coinvolgerà tutti gli alunni del liceo...
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: ROMANZO "QUEEN BEES AND WANNABES: HELPING YOUR DAUGHTER SURVIVE CLIQUES, GOSSIP, BOYFRIENDS AND OTHER REALITIES OF ADOLESCENCE" DI ROSALIND WISEMAN
  • Produzione: M.G. FILMS, PARAMOUNT PICTURES, BROADWAY VIDEO
  • Distribuzione: UIP
  • Data uscita 27 Agosto 2004

CRITICA

"Commedia adolescenziale con una marcia in più (la sceneggiatrice Tina Frey viene dal satirico 'Saturday Night Live'), il film di Mark Waters aggiorna il modello di 'Bella in rosa' con un supplemento di perfidia femminile. (...) Il meglio del film, ammorbidito da un finale politically correct, sta nella subdola e squisita cattiveria con la quale la straniera (la perfetta Lindsay Lohan) smantella il primato del terzetto. C'è da imparare vedendo 'Mean Girls'." (Michele Anselmi, 'Il Giornale', 27 agosto 2004)

"Classico film di teenager per teenager non solo americane: un 'Thirteen' in versione comedy. (...) Una storia, quella di 'Mean Girls', titolo di successo in Usa, che riflette una facile sociologia da telefilm, anche il libro di Rosalind Wiseman che sta alla base assicura che si tratta di storie vere ma rivedute e corrette nell'ottica della Hollywood che per evitare divieti taglia le parti più scabrose." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 25 agosto 2004)

"Acuta commedia giovanilistica diretta dall'interessante Mark S. Waters, già regista del pregevole 'La casa del sì' e collaboratore del tenebroso Darren Aronofsky, 'Mean Girls' è un veicolo perfetto per Lindsay Lohan, la 18enne che Hollywood ha ribattezzato 'La nuova Jodie Foster' dopo il sorprendente successo di 'Quel pazzo venerdì', sempre diretto da Waters. Diffidare delle apparenze: 'Mean Girls' è molto più graffiante di tanti drammoni presuntuosi sul disagio giovanile Usa. Tratto da un saggio sociologico di Rosalind Wiseman dal titolo pirotecnico: 'Come aiutare vostra figlia a sopravvivere ai cliché, al gossip, ai ragazzi e alle altre realtà dell'adolescenza'. Secondo colpaccio al box office per la Lohan. Ormai è una superstar." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 27 agosto 2004)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy