MARITO E MOGLIE

ITALIA - 1952
MARITO E MOGLIE
Si tratta di due episodi di vita coniugale. Don Matteo, uomo anziano, inchiodato a letto dalla paralisi, ha una moglie bisbetica e avara, Donna Rosalia, preoccupata soltanto degli interessi economici. Essa considera il marito come un peso morto e quando una moria improvvisa le devasta il pollaio, pensa di trar partito dallo stato febbrile dell'infermo, per far covare a lui le uova. Don Matteo si rifiuta; ma la moglie lo lascia senza cibo e, alla fine, costretto dalla fame, egli cede. Comincia così la covata, le cui vicende son seguite, con divertita curiosità, dal paese, finché finalmente nascono i pulcini, ai quali Donna Rosalia dedicherà amorevoli cure. Gennarini, uomo d'una certa età, dotato di fervida fantasia, ha la mania delle invenzioni. Stanco del monotono ambiente familiare, composto di una sorella stravagante, della laboriosa moglie e d'un figlio scemo, Gennarino è segretamente invaghito d'una bella ragazza, che abita dirimpetto. Un giorno, in seguito ad una scommessa, Gennarino, passando con acrobatica disinvoltura da una casa all'altra, raggiunge la bella e la bacia ripetutamente. Li sorprende la buona moglie, il cui intervento provoca una clamorosa lite, dopo la quale i due coniugi, che malgrado tutto si vogliono bene, si riconciliano.
  • Durata: 90'
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: IL 2 EPISODIO TRATTO DA "GENNARIELLO" DI EDUARDO DE FILIPPO
  • Produzione: COSTELLAZIONE
  • Distribuzione: COSTELLAZIONE

NOTE

SOGGETTO DALLA NOVELLA "TONIO" DI GUY DE MAUPASSANT.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy