Maria's Lovers

Maria's Lovers

USA - 1984
Finita la guerra, Ivan Bibic - slavo di origine, ma cittadino americano di una piccola comunità di immigrati negli Stati Uniti - se ne torna a casa, dopo le sofferenze e gli orrori di un campo giapponese per prigionieri. Ritrova Maria, la ragazza della sua adolescenza, la donna idealizzata dal proprio amore durante la lunga cattività e, anche per incitamento del vecchio padre, la sposerà. I due si sono sempre amati, malgrado la recentissima, ma leggera, infatuazione della ragazza per un altro reduce, il capitano Al. Ma il matrimonio non va: forse proprio a causa del suo eccesso di amore, il buon Ivan non riesce ad avere con la moglie il rapporto tanto desiderato, mentre tutto sembra per lui normalissimo allorché, frustrato per la situazione, egli si rivolge ad altre donne. Anche Maria soffre per l'anormalità del caso, tanto più desiderando dare un figlio ad Ivan. Al insiste con Maria, professandole il suo amore e chiedendole di partire con lui e Ivan lo induce a farlo, dovendo di fronte a se stesso ammettere il proprio stato di disagio e di umiliazione. Ma Maria non accetta, perché è Ivan colui che essa ama e pazientemente attende sempre con fiducia. Compare a questo punto in scena Clarence Butts, uno strano giramondo, cantante e seduttore da strapazzo (ma a tempo pieno), che circuisce Maria. Alla fine la donna cede allo sconosciuto, ma lo caccia subito dal suo letto, rifiutandosi di seguirlo. Ivan intanto ha lasciato moglie e casa: un giorno Maria si presenta ai cancelli della fabbrica dove l'uomo lavora e, mostrandogli la sua palese gravidanza, lo prega di tornare da lei. Ma Ivan la respinge: tutto sembra finito. Senonché, in un bar dove si trova con amici e compagni di lavoro, Ivan apprende, in prosieguo di tempo, dalle chiacchiere dell'orgoglioso seduttore Clarence, che questi ha avuto un'eccitante avventura con una donna, non solo sposata, ma soprattutto vergine. Dopo aver violentemente colpito Clarence, Ivan corre verso casa accompagnato dal padre (che non sogna altro che la pace in una famiglia ora cresciuta, proprio mentre lui sta per morire): trova nella culla il bambino di Maria, si intenerisce, lo accetta per amore e con amore e, finalmente, ha con la propria moglie quel rapporto, che il trauma subito in prigionia ed una eccessiva idealizzazione della compagna della sua adolescenza avevano finora bloccato e impedito.
  • Durata: 114'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Produzione: GOLAN GLOBUS
  • Distribuzione: IIF - MULTIVISION, NUOVA ERI

NOTE

-REVISIONE MINISTERO OTTOBRE 1992.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy