Mani in alto! È una rapina

Le dingue

FRANCIA - 1972
Mani in alto! È una rapina
Pierrot il Matteo, avviato al riformatorio per uno scippo, è ormai un abbonato degli istituti correzionali ed è ritenuto un "irrecuperabile". Gli è amico l'introverso Philippe che è stato fermato tre volte dopo i rispettivi tentati suicidi per depressione psichica. Pierrot e Philippe riescono un giorno a evadere, avendo sottratta la pistola d'ordinanza al poco avveduto ispettore Sylvain, e immediatamente iniziano una specie di giro di Francia costellato, a modo di tappe per foraggiamento, di colpi alle Casse di Risparmio, agli Uffici Postali, al Carlton. Conosciuta un'orfana, Elsa, in occasione di un funerale, Philippe se ne innamora e, dopo un periodo di convivenza, la rende incinta. Nonostante le paure di Pierrot, Philippe sposa la ragazza davanti a un sindaco costretto alla funzione della pistola. La polizia, però, ha circondato il Municipio: Pierrot esce disarmato e con le mani alzate; Philippe, quando si accorge, esce con l'arma in pugno e viene freddato da un cecchino. La vacanza finisce con il novello sposo esanime tra le braccia dell'amico.
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: SATIRICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: REIDA
  • Distribuzione: REGIONALE
  • Vietato 14
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy