MADRI PERICOLOSE

ITALIA - 1960
Riccardo, che si occupa di studi statistici, afferma di aver rilevato che l'appassionato ed incomposto affaccendarsi di certe madri all'intento di assicurare la felicità delle figliole, costituisce il maggior pericolo per l'umanità. Il risultato dei dati statistici è avvalorato da alcune vicende, nelle quali Riccardo stesso è stato coinvolto. Una di queste madri pericolose è la contessa Improta, moglie di un ricco industriale, la cui unica preoccupazione è la ricerca di due ottimi partiti per la figlia Nicky e il figlio Alberto. Per la prima ha posto gli occhi su un giovane molto ricco, ma timido; mentre la felicità del figliolo verrebbe assicurata dall'unione con Maura, che la madre Federica Ornano, che si gloria di un titolo nobiliare, ma è piena di debiti, ha fatto educare nei migliori collegi d'Europa. A queste due madri ne segue una terza: Mattea Tornabuoni, una portinaia, la quale vuole che sua figlia Regina tocchi quelle mete che lei stessa in gioventù inutilmente ha sognato di raggiungere: per questo la spinge ai fumetti con la speranza che giunga poi al cinema. Gloria Rossini, la quarta madre, è ancora giovane e pensa solo a sé, senza curarsi dei desideri, delle aspirazioni della sua "bambina" Giusi. C'è poi il caso di Paolo Rossi, vecchio tipografo con una figliola da sistemare. L'avvenire delle figliole sarà ben diverso da quello che le madri avevano auspicato e si conclude vent'anni più tardi quando le figlie sono divenute alla loro volta "madri pericolose".

CAST

NOTE

TRA GLI INTERPRETI HA PARTECIPATO ANCHE IL COMPLESSO "I SOLITARI". - IL MONTAGGIO NON E' ACCREDITATO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy