MADONNA DELLE ROSE

ITALIA - 1953
Renato e Maria Venturi si trovano in difficili condizioni economiche. Renato si dà da fare per ottenere un aiuto finanziario da uno zio, mentre Maria canta in un locale notturno: la loro figlia, la piccola Pia viene messa in collegio. Il locale in cui canta Maria è il ritrovo di alcuni malviventi capeggiati da Filippo Suarez, un avventuriero. L'amante di costui, Irene Giglio, s'innamora di Renato, che dapprima cede alle sue lusinghe, poi ritorna dalla moglie, che nel frattempo ha potuto aprire una sartoria per signora. Per vendetta, Filippo Suarez, con l'appoggio della sua banda, raggira il vecchio zio di Renato e gli ruba una cospicua somma di denaro. Quando Irene, che vuole riabilitarsi, si rifiuta di partecipare ad una losca operazione, Filippo incarica uno dei suoi di ucciderla. Rifugiatasi in casa di Renato, viene uccisa insieme a quest'ultimo. Maria, quando apprende la tragedia, subisce un terribile choc e perde la memoria. Ricoverata in un ospedale psichiatrico, riesce a fuggire, dirigendosi inconsciamente verso il collegio di Pia. Le collegiali stanno compiendo un pellegrinaggio alla Madonna delle Rose, non lontano dalla riva del mare. Maria vi si reca e avendo posto il piede in fallo, sta per precipitare dagli scogli, ma viene trattenuta dagli sterpi. Riconosciuta da Pia, viene soccorsa e riacquista la memoria: tutti inneggiano al miracolo.

CAST

CRITICA

"Si tratta di un romanzo a fumetti, realizzato mediocremente". (Anonimo, "Segnalazioni Cinematografiche", Vol. XXXIV, del 1953).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy