Ma non è una cosa seria

ITALIA - 1936
Memmo Speranza è un giovane ricco e galante che si trova spesso impegnato a sposare qualche sua giovane amica e riesce solo all'ultimo momento a salvare la propria libertà fuggendo. L'ultima avventura però non gli riesce tanto facilmente perché il fratello della fidanzata lo scova in una pensioncina dove egli si era rifugiato e lo ferisce con una revolverata. Memmo Speranza viene ospitato in clinica dove è assistito da tutte le sue ammiratrici e dove ancora si lascia sfuggire promesse matrimoniali. Vedendosi vicina anche la proprietaria della pensione in cui fu ferito decide di sposarla per impedire in avvenire di fidanzarsi a ripetizione. Questo matrimonio che non doveva essere una cosa seria finisce invece per far comprendere al giovane la vacuità della propria esistenza e la nascosta purezza della piccola e remissiva proprietaria della pensione. Egli se ne innamora seriamente e seriamente diviene suo marito.

CAST

NOTE

(SCENEGG. PRECEDENTE DI: AKOS TOLNAY RESPINTA DA PIRANDELLO)
COSTUMI: MONTORSI.
FONICO: VITTORIO TRENTINO.
AIUTO REGIA: L. SOLAROLI, M. DI LAURINO.
REMAKE: "DER MANN, DER NICHT NEIN SAGEN KANN" (1938)
MONTAGGIO NON ACCREDITATO: FERNANDO TROPEA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy