Lui è peggio di me

ITALIA - 1984
Leonardo e Luciano sono comproprietari a Milano di un grosso "garage" dove si danno a noleggio belle e lussuose macchine d'epoca. I due sono amici fraterni fin dalle elementari, vivono insieme, si scambiano allegramente frecciate e ragazze ma, mentre Luciano - sempre organizzato, possessivo e pignolo - si occupa dell'amministrazione, il vero patito delle macchine è Leonardo, gelosissimo soprattutto di una fiammante "Rolls Royce": tanto che, il giorno in cui il padre di una ragazza che va sposa (Giovanna) la noleggia per la cerimonia nuziale, egli preferisce pilotarla fuori di Milano di persona. La ragazza è assai carina ed è il colpo di fulmine: Leonardo-autista se la porta via, il fidanzato-inseguitore (in moto) crea un incidente e finisce in clinica e Luciano, imminente "scapolo solitario", deve far fronte ad una situazione del tutto nuova. Mai, infatti, i due avevano pensato al matrimonio. Giovanna, ristabilitasi dopo l'incidente è ormai innamorata dell'intraprendente autista: Luciano fa di tutto, fra scherzi ed ostacoli, per mandare all'aria una scelta che lo pone chiaramente in crisi. Leonardo e Giovanna si sposano e l'amico, per fraterno che sia, viene cortesemente messo alla porta con le sue valigie. Rifugiatosi nel "garage ", lanciando occhiate di odio a quella "Rolls" che è stata la causa della fine di un bel sodalizio, Luciano la insulta e versa sul cofano una latta di benzina, poi, accendendo distrattamente una sigaretta, appicca il fuoco al locale e si ustiona, nel tentativo di salvare la macchina. In ospedale, fingendosi quasi morente, egli riceve la visita della coppia, allibita e addolorata. Ma tutto si risolve nell'ennesimo scherzo: ripartendo in auto, i due freschi sposi scoprono in macchina il buon Luciano; sempre tenacissimo e più affezionato che mai ...

CAST

CRITICA

"Storiellina tenue e goliardica, ma priva di volgarità, del poi peggiorato Enrico Oldoini che si affida alla bislacca comicità di due primattori poco in sintonia, che da una vita ripetono le stesse gag. Il modello imitato molto alla lontana, 'La strana coppia' con Walter Matthau e Jack Lemmon, è davvero di un'altra galassia. Quanto al titolo, ovviamente reversibile, probabilmente ha ragione Pozzetto: lui (Celentano) è peggio di me". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 12 novembre 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy