Love & Secrets

All Good Things

USA - 2010
3/5
Love & Secrets
New York, primi anni 80. Katie Marks moglie di David Marks, figlio del re dell'immobiliare Sanford Marks, scompare misteriosamente. Il marito viene accusato di omicidio e il corpo della donna non viene più ritrovato. La presunta scomparsa di Katie cambierà per sempre la vita di David, che farà di tutto per lasciarsi alle spalle la sua vecchia identità.
  • Durata: 101'
  • Colore: C
  • Genere: THRILLER
  • Specifiche tecniche: ARRICAM LT/ARRICAM ST/BOLEX H16 REX-5/MOVIECAM COMPACT, 2K/SUPER 16/SUPER 35 (3-PERF), 35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR
  • Produzione: ANDREW JARECKI, MARC SMERLING, MICHAEL LONDON, BRUNA PAPANDREA, DAVID ROSENBLOOM, MARCUS HINCHEY PER GROUNDSWELL PRODUCTIONS, HIT THE GROUND RUNNING FILMS
  • Distribuzione: BIM (2012)
  • Vietato 14
  • Data uscita 1 Giugno 2012

TRAILER

RECENSIONE

di Federico Pontiggia
A volte (non) ritornano. Una storia americana era un capolavoro, Andrew Jarecki non lo bissa, ma… Love & Secrets è un altro ritratto di famiglia in interni, che riflette sulle disforie morali della vita borghese, e sull'elusione che tiene insieme verità e finzione.
Non solo, se l'auto-memoria, ovvero i filmini amatoriali girati dagli stessi Friedman, non supporta più, la materia cinematografica è sempre quella di cui sono fatti gli eventi di cronaca: la storia del rampollo di una famiglia di immobiliaristi newyorkesi, Robert Durst (qui David Marks, ovvero Ryan Gosling, non eccelso), sospettato di aver ucciso la moglie Katie (Kirsten Dunst, in forma), scomparsa nel 1982 e non più trovata. Responsabilità mai provata, e vale per altri due omicidi: un genio del male, un marito innamorato pervertito dal potere o che altro?
Jarecki non dice, mostra, e stando attaccato a queste vite (e morti) s'attacca alla normalità del mostro, e viceversa. Facendo degli stilemi thriller un poetico passepartout, accede a un'ambiguità inaccettabile, per sfrondare tre decenni di sospetti, misteri e sensazionalismi e cercare il pulsante cuore di tenebra. Certo, Love & Secrets è perfettibile, gira un po' a vuoto e si sfilaccia, ma – direbbe Poe - ha un cuore rivelatore.

NOTE

- IL FILM È ISPIRATO ALLA VERA STORIA DI ROBERT DURST - RAMPOLLO DELLA FACOLTOSA FAMIGLIA DURST - SOSPETTATO, MA MAI PROVATO, DI AVERE UCCISO SUA MOGLIE KATHIE SCOMPARSA NEL 1982 E MAI PIÙ TROVATA. NONOSTANTE LE MOLTEPLICI INDAGINI ED ALTRI DUE DELITTI DA PRIMA PAGINA, DURST NON È MAI STATO CONDANNATO PER NESSUNO DI QUESTI OMICIDI E VIVE IN LIBERTÀ. PER TAGLIARE TUTTI I LEGAMI CON LA VASTA FORTUNA FAMILIARE, HA RICEVUTO 65 MILIONI DI DOLLARI.

CRITICA

"È un film interpretato da Ryan Gosling prima di 'Driver' e 'Le idi di marzo', dove non si manca di apprezzare il suo camaleontico talento di attore: ma è difficile conquistare le simpatie con un personaggio tanto sinistro, a meno che non sei il Norman Bates di 'Psycho', esempio che non buttiamo lì a caso. Opera d'esordio del noto documentarista Andrew Jarecki, 'Love and Secrets' si ispira, con nomi fittizi, a un fatto vero alla Von Bulow. (...) Jarecki affronta la truce materia alla lontana, imbastendo nella cornice degli anni '70 una tenera storia d'amore, che (a dispetto delle differenze di classe) conduce a matrimonio in apparenza felice; finché lui, che ha problemi irrisolti con un tragico passato e un padre despota, non comincia a dare allarmanti segni di squilibrio. A questo punto Jarecki e i suoi sceneggiatori - incerti se imboccare la via del thriller, aderire alla cronaca o giocare sul ritratto di uno psicotico grave - si bloccano al guado, con il risultato che nel film non c'è suspense e neppure abbastanza scavo psicologico. La figura di David resta di superficie, elusiva e, così quella della consorte, che pure Kirsten Dunst incarna con la consueta sensibilità." (Alessandra Levantesi Kezich, 'La Stampa', 1 giugno 2012)

"Andrew Jarecki (...) torna sui suoi passi critici raccontando la cronaca nera, vera ed irrisolta di una donna scomparsa nell'81 e il cui marito, figlio di una ricca famiglia, fu infine assolto. Ma più che un'indagine sociale, il film (...) è un thriller da consumarsi caldo con contorno di nevrosi e Kirsten Dunst vittima designata della prepotenza maschile. Da solo vale la visione Ryan Gosling, ambiguo magistrale psicotico che si veste anche da donna: guarda caso sembra proprio 'Psycho'..." (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera', 1 giugno 2012)

"La realtà spesso supera la fantasia ma ci vuole fantasia per rappresentare al meglio la realtà. Ispirato ad una storia vera, il film, pur con cast ad hoc, non appassiona mai. Anzi, lo si subisce con noia lasciando in sospeso domande delle quali non interessano le risposte." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 1 giugno 2012)

"Andrew Jarecki non bissa quel capolavoro di 'Una storia americana' ('Capturing the Friedmans'), ma 'Love & Secrets' è un altro ritratto di famiglia in interni che riflette sulle miserie morali della vita borghese e sull'elusione che tiene insieme verità e finzione. Se l'auto-memoria, ovvero i filmini amatoriali girati dagli stessi Friedman, non supporta più, la materia è sempre quella di cui sono fatti gli eventi di cronaca: il rampollo di una famiglia di immobiliaristi newyorkesi, Robert Durst (qui David Marks, un Ryan Gosling non eccelso), sospettato di aver ucciso la moglie Katie (Kirsten Dunst, brava) scomparsa nell'82. Responsabilità mai acclarata, e vale per altri due omicidi: un genio del male, un marito innamorato pervertito dal potere o che altro? Jarecki non dice, mostra e s'attacca alla normalità del mostro, e viceversa. Con gli stilemi thriller a mo' di umanistico passe-partout, la sua è un'ambiguità forse ostica, sicuramente buona per sfrondare tre decenni di misteri e sensazionalismi. E trovare il cuore di tenebra." (Federico Pontiggia, 'Il Fatto Quotidiano', 31 maggio 2012)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy