Lola Montès

FRANCIA, GERMANIA OCCIDENTALE - 1955
E' la storia di una celebre ballerina e cortigiana del IX° secolo che fu amata da Franz Liszt e dal Re di Baviera ma negli ultimi anni della sua vita finì con l'esibirsi in uno squallido circo.

CAST

NOTE

- SUONO: ANTOINE PETITJEAN. GIRATO NEI TEATRI FRANSTUDIO A PARIGI.

- PRIMA: 23 DICEMBRE 1955 A PARIGI.

- ULTIMO FILM DI OPHÜLS, PRIMO A COLORI, ALLA SUA USCITA FU UN FIASCO COLOSSALE E FECE FALLIRE I PRODUTTORI. FU RIVALUTATO SOLO MOLTI ANNI DOPO. NE E' STATA RESTAURATA NEL 2008 UNA VERSIONE FEDELE NEL COLORE, SUONO E FORMATO VOLUTI DAL REGISTA.

CRITICA

"Le avventure, la psicologia di Lola Montès e degli altri personaggi sono per il regista soltanto un pretesto, che gli consente di abbandonarsi a non comuni esperimenti di tecnica cinematografica, come studiate inquadrature, in cui il colore è sfruttato magistralmente, scenografie elaborate, variazioni nell'ampiezza dello schermo, con commenti musicali talvolta molto aderenti all'azione. Da questi esperimenti, che ottengono anche notevoli effetti, è però assente ogni sincerità di sentimenti, ogni interesse umano, cosicché il lavoro risulta in complesso pesante." ('Segnalazioni Cinematografiche', vol. 39, 1956)

"La parte ambientata nel circo, crudele e visionaria, è uno dei vertici del suo cinema, e riprende il tema a lui caro della mercificazione del desiderio. Carrelli vorticosi, virtuosismi della macchina da presa e continui spostamenti in treno, carrozza e nave si sposano alla filosofia di Lola, secondo cui 'la vita è Movimento'." (Paolo Mereghetti, 'Dizionario dei film', 1988)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy