Lola+Jeremy

FRANCIA - 2017
2,5/5
Lola+Jeremy
Jeremy, 27 anni, è un graphic designer e con il suo amico Mathias gestisce l'agenzia Cercasi alibi disperatamente per creare finti alibi tramite fatture, ricevute e scontrini per i fidanzati fedifraghi. Lola, 25 anni, lavora in una fumetteria ed è appassionata di supereroi e dei film di Michel Gondry, in particolare di "Se mi lasci ti cancello" che non si stanca mai di rivedere. Lola e Jeremy decidono di riprendere ogni momento della loro storia d'amore, per creare una sorta di video-diario giornaliero da riguardare da lì a dieci anni. Lola, troppo curiosa, non resiste e si mette a guardarli subito da sola. Video dopo video, ne trova uno che non avrebbe dovuto vedere: Jeremy e i suoi amici stanno parlando proprio di lei, prim'ancora di conoscersi, e del progetto di Jeremy di girare un video diario da mostrare al padre in fin di vita in ospedale. Lola, delusa e ferita lascia Jeremy il cui solo scopo sarà, da quel momento, cercare di riconquistarla. Disperato pensa di mettere insieme un gruppo di strampalati supereroi, che rapiscono personaggi famosi. Il riscatto? Lola. E così le vie della periferia parigina si animano di una scalcagnata banda di eroi da fumetto, impegnati a organizzare impossibili e grotteschi rapimenti.
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: DCP, (1:1.85)
  • Produzione: ROSEBUD ENTERTAINMENT PICTURES, VIRGINIE FILMS, IN COPRODUZIONE CON MADELEINE FILMS, SUN FILM, HERMES FILM, POLIFEMO
  • Distribuzione: SUN FILM GROUP
  • Data uscita 20 Settembre 2018

TRAILER

RECENSIONE

di Angela Bosetto

Lola (Charlotte Gabris) se n’è andata e non ritorna più… almeno finché Jeremy (Syrus Shahidi) non si inventerà qualcosa di così tenero e folle da farle cambiare idea. Tipo una banda di rapitori mascherati da supereroi, che finge di sequestrare celebrità chiedendo lei come riscatto.

C’è differenza fra leggerezza e inconsistenza e purtroppo la regista July Hygreck – che debutta nel lungo omaggiando Michel Gondry (qui idolo generazionale con tanto di cameo d’ordinanza) e Marc Webb, senza però avere l’inventiva dell’uno e il disincanto dell’altro – spesso scivola nella seconda.

Di riuscito c’è la naturalezza del cast e dei dialoghi, ma alla lunga l’eccesso di colloquialità e di citazionismo nerd/hipster (con bonus di metacinema 2.0, enfatizzato dall’uso dei vari dispositivi di ripresa e dai giochi grafici sul video-diario di coppia) dà la sensazione di stare prendendo tempo in attesa che l’inevitabile (e prevedibile) dramma garantisca la svolta. Una commediola romantica stile videoclip sugli under 30 (svagati, precari, tecnologici e iperconnessi), che passa senza strabiliare, ma neanche lasciare effetti negativi (salvo una certa inquietudine al pensiero di un eventuale remake italiano).

NOTE

- REALIZZATO CON LA PARTECIPAZIONE DI: LOUIS-CHROSTOPHE LAURENT, 1050 PARTNERS, ASSOCIAZIONE "LES MONTS DE LA CULTURE".

- PRESENTATO NEL PROGRAMMA 'KINO PANORAMA|ITALIA' DELLA XV EDIZIONE DI 'ALICE NELLA CITTÀ' (2017), SEZIONE AUTONOMA E PARALLELA DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA.

CRITICA

"(...) Simpatica commedia francese, sui sentimenti e non solo, strampalata, ma meno banale di quello che potrebbe apparire. Una bella critica anche alla «videomania» che contagia, ormai, tutti." (AS, 'Il Giornale', 21 settembre 2018)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy