LO SCAPOLO D'ORO

THE BACHELOR

USA - 1999
LO SCAPOLO D'ORO
Il giovane Jimmie Shannon ama la propria libertà e per il momento non riesce a pensare alla possibilità di sposarsi. Quando meno se lo aspetta, Jimmie conosce Anne, se ne innamora ed è da lei ricambiato. Passano tre anni, e Jimmie, avendo capito che è il momento di prendere delle decisioni, si fa coraggio e chiede la mano di Anne nel ristorante più romantico della città. Ma la sua proposta di matrimonio è così maldestra e poco convincente che Anne se ne sente quasi offesa. Risponde di no e si allontana delusa. Di lì a poco il nonno di Jimmie muore. Alla lettura del testamento si scopre che il vecchio, volendo garantire la continuità della famiglia, ha lasciato al nipote un'eredità di 100 milioni di dollari, purché si sposi entra il compimento del trentesimo compleanno. A questa data mancano solo ventiquattro ore. Spinto a darsi da fare dall'avvocato di famiglia Gluckman e dal broker O'Dell, Jimmie prende accordi con un prete e poi si lancia alla ricerca della 'sposa'. Fallito il tentativo di riconciliarsi con Anne, Jimmie prova a riprendere contatti con vecchie amiche, ma l'esito é disastroso con tutte. L'amico Marco ha la bella idea di mettere un annuncio sul giornale: centinaia di donne in abito bianco si presentano in chiesa con fare minaccioso. Intanto Anne, che aveva detto di voler partire, cerca Jimmie per chiarire tutto con lui. L'avvocato riesce ad accompagnarla, proprio mentre scocca l'ultimo minuto. Su un terrazzo, davanti alla folla vociante delle spose mancate e con il prete dotato di megafono, i due riescono a sposarsi. Applausi, poi Anne lancia il bouquet alle ragazze sottostanti.
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: LLOYD SEGAN COMPANY, BING HOWENSTEIN
  • Distribuzione: MEDUSA FILM (2000) - MEDUSA VIDEO

NOTE

COSTUMI: TERRY DRESBACH.
E' IL REMAKE DEL CLASSICO DI BUSTER KEATON "LE SETTE PROBABILITA' " (SEVEN CHANCES).

CRITICA

"Ne 'Lo scapolo d'oro', remake de 'Le sette probabilità' di Buster Keaton, un single incallito ha soltanto ventiquattr'ore per sposarsi, altrimenti finirà per perdere un'eredità di 100 milioni di dollari". (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 16 maggio 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy