LINEA DIRETTA - UN'OCCASIONE UNICA

STRAIGHT TALK

USA - 1992
LINEA DIRETTA - UN'OCCASIONE UNICA
Con difficili esperienze coniugali alle spalle, licenziata dal suo lavoro di maestra di danza, la bionda Shirlee Kenyon va a Chicago in cerca di fortuna e, dopo aver risposto invano a numerosi annunci economici, trova, per puro caso, lavoro presso la WNDY, una emittente radiofonica. Questa le offre un posto di centralinista e invece, per un equivoco Kenyon, scambiata per la nuova psicologa, si trova a condurre una trasmissione in linea diretta con gli ascoltatori. Shirlee ha un improvviso, straordinario successo con tanta gente che le confida guai e le chiede consigli: lei è cordiale e spiritosa e niente affatto sussieguosa, ma il fatto è che la "dottoressa del cuore" laureata non lo è, come colei che era stata a suo tempo prescelta. Mentre Shirlee diventa celebre e tutti le sorridono anche per la strada, un giornalista, Jack Russell, intuendo un piccolo scoop (la ballerina l'aveva incontrata presso la spalletta di un ponte e stretta a sè, temendo che si buttasse giù) si dà un gran daffare per ricostruirne il passato contattando anche un certo Steve, ex-compagno di lei. Naturalmente non esiste nessuna laurea e tutto è frutto di mistificazione alle spalle delle anime in pena che continuano a tempestare di telefonate e di crucci la linea diretta della WNDY. Ma Jack è ormai affascinato dalla bionda che dispensa con grande calore umano saggezza per superare le avversità e decide di non rivelare la verità. Naturalmente la bizzarra avventura ha un termine: nell'ultima e patetica trasmissione, Shirlee si congeda, consigliando ai tanti fedelissimi di non puntare sui consigli altrui, ma di guardare bene in se stessi e superare i crucci con buon senso, coraggio e fiducia. Ora ha Jack, il quale, dal canto suo, rifiutatosi di pubblicare il dossier raccolto, preferisce smetterla con gli scoop candalistici, lavorando da giornalista con altri metodi.
  • Durata: 91'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Produzione: ROBERT CHARTOFF, FRED BERNER
  • Distribuzione: WARNER BROS ITALIA

NOTE

REVISIONE MINISTERO SETTEMBRE 1992

CRITICA

Si tratta di una commedia romantica, quasi una fiaba, è la sola definizione possibile non sgradevole e dal finale edulcorato (il giornalista rampante che si "redime" e la sconosciuta calata a Chicago dalla provincia, che diventa celebre alla radio, circola in una Mercedes rosa e cura con granelli di saggezza gli affanni dei propri fan). Si può accettare contentandosi della buona interpretazione (il cast è ben assortito) nella quale emerge in simpatia Dolly Parton attrice ricca di umori, nonchè autrice e interprete di belle canzoni, disseminate nella colonna sonora. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy