Les équilibristes

FRANCIA - 1991
Les équilibristes
Marcel Spadice, poeta e drammaturgo, cerca di sedurre un valletto di pista del circo che sogna di diventare un equilibrista. Per lo scrittore, il circo è sempre stato fonte d'ispirazione, così decide di diventare l'allenatore del valletto per poter penetrare in questo mondo per lui così magico.
  • Altri titoli:
    Gli equilibristi
    Walking a Tightrope
  • Durata: 128'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.66)
  • Produzione: PARIS CLASSIC PRODUCTIONS, LA SEPT, FR3, CHEVEREAU, CAROLINE PRODUCTION, CON LA PARTECIPAZIONE DI CNC

NOTE

- IN CONCORSO ALLA XLVIII MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (1991).

CRITICA

"Non è un film di voga narcisistico gay, non c'è nemmeno una scena erotica e la passione che viene raccontata è del tutto cerebrale. E' un film sull'umiliazione che ne rivendica il sottile potere di corruzione con un mix di enfasi o freddezza a tratti lancinante." (Valerio Caprara, 'Il Mattino')

"'Gli equilibristi', meno scioccante degli altri film di Papatakis, s'esaurisce nella prima mezz'ora. (Alfio Cantelli, 'Il Giornale')

"Nel film imbarazzante e malriuscito sono interessanti i protagonisti, il giovane attore arabo Lilah Dadi e soprattutto Michel Piccoli, bravissimo." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy