Lepanto - Ultimo Cangaceiro

ITALIA, BRASILE, GRAN BRETAGNA - 2016
Lepanto - Ultimo Cangaceiro
"Lepanto" è una storia d'amore e, di conseguenza, un film politico. Dopo aver perso la sua casa per la costruzione del Parco Olimpico di Londra 2012, Mike Wells è fortemente impegnato in una campagna di resistenza contro la globalizzazione dei grandi eventi. Accetta l'invito di Enrico, giovane ricercatore impegnato in una tesi di dottorato, a diventare la voce narrante di un documentario sulla situazione brasiliana alla vigilia dei Mondiali di calcio e delle nuove Olimpiadi di Rio de Janeiro. Parte, allontanandosi dalla relazione complicata con Maria, per diventare l'ultimo "cangaceiro", storica figura di brigante brasiliano difensore degli oppressi, eroe postmoderno all'avventura in un paesaggio sempre più trasfigurato tra realtà e subconscio. "Lepanto" riecheggia l'antico scontro fra due modelli di civiltà; è la metafora di una battaglia dove si incontrano due forze sublimi: la crisi di una relazione di coppia e la resistenza abitativa ai mega eventi globali.
  • Altri titoli:
    Lepanto - O Último Cangaceiro
    Lepanto - O último cangaçeiro
  • Durata: 74'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Specifiche tecniche: DCP
  • Produzione: ENRICO MASI, STEFANO MIGLIORE PER CAUCASO E CARAMINHOLA IN COLLABORAZIONE CON ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA
  • Distribuzione: CAUCASO
  • Data uscita 20 Ottobre 2016

NOTE

- REALIZZATO CON IL SUPPORTO DI COMUNE DI BOLOGNA.

- CONTRIBUTI SCIENTIFICI: PAOLO DEMURU, LUIGI GUERRA, DAVID GARBIN, EMMA BESEGHI, MANUELA GALLERANI.

- RICERCA BRASILIANA: ALESSANDRA MAISANI, LORENZO MASI, YASMIM ASSADE.

- SUPERVISIONE DEI CONTENUTI: TINO BROMME, SHUMI BOSE, JULIAN CHEYNE.

CRITICA

"Oggetto filmico lunare, sofisticato e colto, 'Lepanto' si erge a metafora della storica battaglia greca per costruire il significato a quella di Mike. II regista, anche docente universitario bolognese e presente nell'opera nei panni di se stesso, intende il film quale primo capitolo di una trilogia brasiliana. Da cercare nei migliori cinema." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 20 ottobre 2016)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy