Le sorprese dell'amore

ITALIA - 1959
Ferdinando è un timido insegnante fidanzato con Didì, una ragazza esuberante e civettuola mentre il suo amico Battista, rappresentante di commercio, che è un intraprendente donnaiolo, è fidanzato alla gentile e romantica Marianna amica di Didì. Si tratta di due coppie male assortite: di fronte all'atteggiamento riservato del professorino, Didì resta delusa; mentre Marianna è turbata dalle audaci allusioni di Battista. A Didì viene un'idea: se lei e l'amica si scambiassero i fidanzati, forse le cose andrebbero meglio. Col consenso dell'amica, Didì prende l'iniziativa nei confronti di Battista mentre Marianna tenta di far amicizia con Ferdinando. Ma quest'ultimo è un galantuomo scrupoloso, che pur sentendosi attratto dalla fanciulla, non vorrebbe mancare di lealtà verso il suo amico Battista e verso la propria fidanzata. Preoccupato, ed incerto tra Marianna e Didì, il povero Ferdinando s'agita vanamente dando origine ad una serie di equivoci. Alla fine tutto s'accomoda: la timida Marianna, ricorrendo a qualche espediente riuscirà a strappare al fidanzato una formale promessa di matrimonio; mentre Ferdinando si fidanzerà ufficialmente con Maria Rosa, una servetta che, da tempo segretamente innamorata del giovane, riuscirà a prendere l'iniziativa e saprà persuaderlo che Didì non è fatta per lui. Didì, dal canto suo, cercherà altrove l'anima gemella.

CAST

CRITICA

"La commedia è agile, spigliata, divertente. La sceneggiatura non mostra forzature facili a riscontrarsi in simili pellicole e la regia di Comencini ha saputo imporre un moto unitario a tutta la simpatica vicenda".(Anonimo, "Intermezzo", n. 1/2, 31 gennaio 1960).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy