Le ragazze di San Frediano

ITALIA - 1954
Le ragazze di San Frediano
Andrea Sernesi, detto Bob, giovane meccanico dotato di molta fantasia, ha successo con le ragazze del quartiere. A Gina, ragazza trasognata, sua vicina di casa, ha promesso che la sposerà. Mafalda lo ha amato, ma poi l'ha piantato, perché correva dietro alle altre: ora fa la ballerina e, poiché sta per partire per una lunga tounée, Bob la assedia con nuove proposte di matrimonio, alle quali lei non è insensibile. Tosca, innamorata di Bob, è gelosa e sarebbe pronta a darsi a lui, pur di trattenerlo. Silvana è la maestra di una scuola serale, fidanzata con Gianfranco, amico di Bob. Per conquistare il suo cuore, Bob le dà ad intendere di essere un audace corridore motociclista, che durante le gare si espone a pericoli mortali: Silvana ne è così commossa che lascia per lui il fidanzato. Bice, direttrice di una casa di mode, s'incapriccia di Bob e si diverte a portarselo dietro, come se fosse un cagnolino. Mentre il giovane è così impigliato in una rete di relazioni sentimentali, accade che Gina, stanca delle liti tra sua zia e la madre di Bob che, secondo il giovanotto costituirebbero l'unico ostacolo alle loro nozze, scappa di casa con propositi suicidi. La famiglia s'allarma, Bob si dice pronto a sposarla, Gina ritorna. Mentre si festeggia il fidanzamento, Tosca si precipita in casa del promesso sposo, dichiarando di essere stata sedotta la sera prima; Gianfranco lo picchia: Mafalda, delusa, parte per una tournée. Ormai neppure Gina vuol più saperne di lui. Gli resta Bice, che lo invita a partire con lei per la Riviera; ma alla stazione, pochi minuti prima della partenza, arriva il fratello maggiore di Bob, che a calci lo riporta a casa. Sono forse queste le uniche ferite che tarderanno a rimarginarsi, perché il cuore delle ragazze guarirà in fretta-
  • Altri titoli:
    The Girls of San Frediano
  • Durata: 114'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: ispirato al romanzo omonimo di Vasco Pratolini
  • Produzione: LUX FILM
  • Distribuzione: LUX FILM - PANARECORD, DVD: DOLMEN HOME VIDEO - LIBRARY CASTALDI

CRITICA

"Quasi ogni episodio è un gioiello di compiutezza e di misura (...) Ora quando penso che tutto questo è opera di un regista praticamente debuttante, appena sin qui con un paio di cortometraggi al suo attivo coadiuvati da due sceneggiatori e dialoghisti, Benvenuti e De Bernardi, mai sentiti nominare prima, sempre più mi convinco su quali meravigliose energie potrebbe ancora contare il nostro cinema." (Filippo Sacchi, "Al cinema col lapis", 1958, Mondadori).

"Il film, desunto dall'omonimo romanzo di Pratolini, lascia da parte i motivi politico-sociali presenti nel romanzo, e si limita a raccontare le avventure di un dongiovanni di periferia. Ben caratterizzato il personaggio del protagonista, anche grazie ad un'efficace interpretazione, meno ben disegnate le figure delle ragazze, le cui singole avventure non sono sufficientemente legate tra loro, di modo che il film appare frammentario. La recitazione è in complesso apprezzabile; vivace e svelto il film". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 37, 1955)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy