Le donne non vogliono più

ITALIA - 1993
Francesca e Luca sono una coppia ormai collaudata e all'apparenza felice. Ma, mentre Luca comincia a sentirsi pronto a diventare padre, Francesca non se la sente di rinunciare alle conquiste che ha ottenuto, alla propria indipendenza, al suo lavoro. Il desiderio di paternità di Luca si materializza pian piano fino a diventare un'ossessione. Crede di aver trovato una valida alternativa prima in una collega single, poi in una coppia di donne che stanno insieme da tempo e che, tra i molti interrogativi, vorrebbero un figlio. Non tutto è semplice come sembra. È giusto fino in fondo concepire un figlio senza una figura maschile accanto? E tra chi vuole un figlio e chi no, chi è il vero egoista?

CAST

NOTE

- REVISIONE MINISTERO NOVEMBRE 1993.

- IL FILM E' STATO PUBBLICIZZATO UTILIZZANDO IL TAGLIO OPERATO DALLA CENSURA DI UN BACIO TRA LA PONZIANI E LA CELENTANO.

CRITICA

"Sguaiata commedia numero due del supponente neoregista Pino Quartullo che inscena un grottesco, irritante e ben poco spiritoso gioco degli equivoci, rimpinzato fino all'orlo del solito implacabile romanesco pedaggio obbligatorio per i film girati a Cinecittà. Lo sboccatissimo autore è senz'altro meglio come attore, se non altro ha un sorriso simpatico". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 13 ottobre 2000).

"Un argomento di attualità che poteva benissimo essere soggetto per una garbata commedia, o di un film di vigoroso impegno sociale, viene banalizzato ed involgarito oltre misura con l'evidente scopo, evidenziato da un florilegio di battute da trivio, di indurre nella risatella ebete o nello sghignazzo le attuali platee". (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 116, 1993).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy