LANCILLOTTO E GINEVRA

LANCELOT DU LAC

FRANCIA, ITALIA - 1974
LANCILLOTTO E GINEVRA
Dopo due anni di ricerche del Santo Graal, costati molti morti, Lancillotto del Lago - il più valoroso dei Cavalieri della Tavola Rotonda - e i suoi superstiti compagni tornano sconfitti alla Corte di Re Artù. Convinto che il fallimento dell'impresa sia un castigo divino per la sua relazione con Ginevra, la moglie del re, Lancillotto tenta di spezzare quel peccaminoso legame, convincendo la giovane sovrana a rinunciare al suo amore. Costretti all'inazione (Artù li ha invitati a deporre per qualche tempo le armi) i Cavalieri si abbandonano a rivalità e inimicizie. Apertamente ostile a Lancillotto, che è intanto tornato da Ginevra, uno di loro, Mordred, svela al re il segreto del suo ex-compagno d'arme. Ferito durante un torneo, e dato per morto, Lancillotto viene soccorso da una vecchia. Lasciata, ancora infermo, la sua abitazione, egli scopre che Artù, per allontanarla da lui, ha segregato Ginevra. Lancillotto la libera, combattendo contro i suoi stessi compagni, ma la regina, conscia che il suo è ormai un amore senza speranza, torna da Artù. Distaccatosi dall'ordine e unitosi ad altri cavalieri, Mordred marcia contro il re. Lancillotto si schiera col sovrano, ma cade, con lui, e gli ultimi dei suoi fedeli, sotto la furia dei rivoltosi.
  • Durata: 85'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Tratto da: "LA MORTE D'ARTU' " DI THOMAS MALORY
  • Produzione: MARA LASER ORTF (PARIGI) GERICO SOUND (ROMA)
  • Distribuzione: REGIONALE - PLAYTIME, VIDEOGRAM, EDEN VIDEO, CECCHI GORI HOME VIDEO (GLI ORI)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy