L'amour Flou - Come separarsi e restare amici

FRANCIA - 2018
3/5
L'amour Flou - Come separarsi e restare amici
Romane e Philippe si separano. Dopo 10 anni di vita in comune, due figli e un cane, non si amano più. Insomma... Non sono più innamorati. Ma si vogliono bene lo stesso. Tanto. Troppo per separarsi veramente? Insomma il loro amore è "flou" cioè poco chiaro. Sotto lo sguardo perplesso della gente che gli sta intorno Romane e Philippe traslocano in due appartamenti separati, e comunicanti attraverso la camera dei bambini! È possibile separarsi rimanendo insieme? Riusciranno a rifarsi
una vita senza disfare tutto?
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: SOPHIE RÉVIL, DENIS CAROT PER ESCAZAL FILMS
  • Distribuzione: ACADEMY TWO
  • Data uscita 29 Agosto 2019

TRAILER

RECENSIONE

di Gian Luca Pisacane
Amour fou/Amour flou. Una lettera (una “l”) per cambiare di significato. L’amore passionale che diventa “sfocato”, il sentimento che si spegne, il cinema per esorcizzare la realtà. Lui: Philippe Reboot, lei: Romane Bohringer. Nella vita di tutti i giorni stanno insieme, si sono conosciuti sul set della serie televisiva Nos enfants chéris, e hanno una figlia di nome Rose, anche lei presente nel film. Qui sono al loro esordio dietro la macchina da presa.

In L’Amour flou mantengono i loro nomi, creano un punto d’incontro tra documentario e finzione. Raccontano di un divorzio non comune. Restano in buoni rapporti, e non vogliono scioccare i bambini. Così decidono di trasferirsi in una casa molto particolare: due appartamenti divisi, che comunicano solo tramite la stanza dei pargoli.

Ognuno ha la sua libertà e i piccoli possono ancora godere della compagnia dei loro genitori. Idee controcorrente, in una commedia francese dall’anima sofisticata, ma dallo spirito leggero. Nell’epoca della decostruzione, dell’allontanamento, si sceglie di venirsi incontro, di trasformare il matrimonio in amicizia, senza dar vita a situazioni alla Kramer contro Kramer o in stile La guerra dei Roses.

Separati ma non troppo, per dirla alla Dominique Farrugia, con quella capacità di scrittura che caratterizza i film di Olivier Assayas. Così L’Amour flou prende alcune caratteristiche de Il gioco delle coppie, con i disinnamorati che si “scambiano”, cercano altri partner, ma senza mai essere in grado di dimenticarsi l’un l’altro.

Lui fa l’intellettuale, ma la notte si immagina novello Hugh Heffner tra le conigliette di Playboy. Insegue le ragazzine per fare il giovane, si improvvisa anche skater. Invece lei vuole ancora sentirsi attraente, e si lancia anche in nuove esperienze. Si nascondono nelle loro camere insonorizzate per poi non riuscire a star lontani. Gelosie celate, rapporti in evoluzione. Cambiamenti di una famiglia 2.0 che cerca soluzioni al limite per sopravvivere. Sorrisi intelligenti che sollevano nell’arsura estiva.

NOTE

- REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DI C.N.C..
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy