LA VITA L'AMORE LA MORTE

LA VIE, L'AMOUR, LA MORT

FRANCIA - 1968
LA VITA L'AMORE LA MORTE
Operaio modello in una fabbrica d'automobili, buon marito e padre affettuoso, François Toledo soffriva, prima di incontrare Caroline, diventata la sua amante di un complesso di origine sessuale che lo aveva spinto tre (due a Parigi e una a Nimes) a uccidere le prostitute con le quali aveva inutilmente, cercato di accompagnarsi. Con l'aiuto di Julie, amica di una delle strangolate, la polizia ha ricostruito il volto dell'assassino, lo ha reso noto attraverso la stampa, e ha ricevuto una telefonata anonima che gli ha dato anche un nome. Mentre François si incontra con Caroline all'hotel Du Lys, gli agenti perquisiscono la su abitazione, trovano la prova della sua presenza a Nimes il giorno in cui fu uccisa la terza prostituta, lo arrestano e ottengono la sua confessione. Al processo, il perito sostiene l'accusa negando che Toledo, non fosse in grado di intendere, ma tralasciando del tutto, codice penale permettendolo, di considerare se egli avesse anche, quando uccideva, il pieno possesso della facoltà di volere. Condannato a morte, François viene ghigliottinato. Un nuovo delitto - commesso, questo, dalla società - si aggiunge agli altri tre.
  • Durata: 110'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR
  • Produzione: ALEXANDRE MNOUCHKINE, ARIANE LES FILMS 13 ARTISTES ASSOCIES (PARIS), P.E.A. (ROMA)
  • Distribuzione: PEA

NOTE

REVISIONE MINISTERO MARZO 2000

ADATTAMENTO E DIALOGHI: CLAUDE LELOUCH E PIERRE UYTTERHOVEN
ASSISTENTE ALLA REGIA: CLAUDE PINOTEAU
SUONO: JEAN LOIUS DUCHARME.
PREMIO PER IL MIGLIOR ATTORE (AMIDOU) AL FESTIVAL DI RIO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy