La verità secondo Satana

ITALIA - 1971
Il giovane Roibert insegue col suo amore, Diana Altoborghi ma la donna promette e sfugge: falsa, bugiarda, ipocrita, spergiura. Dopo vari inutili tentativi, l'improvviso sopraggiungere della donna nell'abitazione di Roibert spinge costui a un suicidio. Diana è ossessionata di essere un'assassina. Un giovane, Tortoletto, ha visto tutto dalla finestra, e la sua presenza volge la vicenda ora in farsa, ora in pseudo spunti sociali contro le classi privilegiate. Compare anche una negra, Lionita, succuba di Diana, che poi si ribella e la frusta. Frattanto in Diana, realtà, ricordi angosciosi e incubi si alternano fino al parossismo. Si inserisce intanto una compagnia equivoca di giovani che forse raffigurano la società dell'avvenire, libera da ogni vincolo morale e quindi da ogni ipocrisia. Dopo diverse vicende allucinanti, nelle quali Diana cerca inutilmente di persuadere Tortoletto oppure Lionita ad accusarsi alla polizia, come rei dell'omicidio di Roibert, questi ricompare, vivo. La sua morte è stata tutta una macabra commedia. Scoppia allora una lotta tra Tortoletto e Roibert. Costui ha la peggio e cade, colpito a morte. Tortoletto, colpevole di un vero omicidio, attende la polizia in uno scatenato osceno ballo coi rappresentanti del nuovo mondo.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy