LA SEDIA A ROTELLE

UN MEURTRE EST UN MEURTRE

FRANCIA - 1972
Maria, moglie paralitica di Paul Kastner, muore travolta dalla propria automobile (viveva su una sedia a rotelle, potendo però guidare l'automobile). Il commissario Plouvier, convinto dell'Innocenza di Paul, archivia il caso. Qualche giorno dopo, in casa del giovane (che ha un'amante, Françoise) si presenta un uomo, Jean Carouse, rivelando che Marie è stata assassinata, che egli stesso ha compiuto il delitto e che ha fatto ciò nell'interesse di Paul, premurandosi però di fare in modo che l'omicidio sia attribuibile a quest'ultimo. In cambio del proprio silenzio, Carouse chiede 5 milioni di franchi. Dopo essersi rifiutato di pagare, Kastner decide di fingersi disposto a versare la somma richiesta per poter uccidere tranquillamente Carouse in un parco, luogo dell'appuntamento per il pagamento del riscatto. Recatosi al parco, viene stordito. Risvegliatosi, s'imbatte in Carouse impiccato. Qualche ora dopo, Paul apprende da un giovane farmacista, ricattato anche egli per un delitto non commesso (un parricidio), che è egli stesso, il farmacista, l'assassino di Carouse. Interviene, a questo punto, il commissario Plouvier, che rivela come Carouse, ottimo psicologo, vivesse, spacciandosi per assassino, alle spalle di coloro cui certi decessi in famiglia facevano molto comodo. Prosciolto definitivamente da ogni sospetto, Paul può liberamente unirsi con Françoise, mentre il farmacista viene arrestato.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy