LA RUMBERA

ITALIA - 1998
LA RUMBERA
Rachel è una avvenente ragazza cubana che debutta, intorno al 1910, come ballerina di 'guaracha' in teatrini di terza categoria. Dieci anni dopo, riesce a portare la rumba dai quartieri negri de L'Avana ai fasti del grande teatro col pubblico elegante. Intanto, intorno a lei si snoda la storia di Cuba dall'inizio del secolo, con avvenimenti che modificano il corso dei suoi amori e della sua carriera. Le elezioni del presidente della Repubblica nel 1910 provocano l'abbandono da parte del suo primo amore, un ricco giovanotto esponente dell'aristocrazia politica e industriale dell'isola. Nello stesso confuso periodo, la morta violenta le strappa quello che poteva essere l'uomo della sua vita. Rachel si rifugia allora in Italia, nel paese di origine della madre, ma dopo la prima guerra mondiale ritorna a casa. La sua carriera artistica finisce negli anni Trenta con la dittatura di Machado e, negli anni '50, il suo cammino si incontra con quello della mafia italo-americana, fino all'arrivo alla fine del decennio di Fidel Castro e al nuovo corso cubano. Rachel oggi, anziana ma ancora vivace, racconta in flash back la propria storia.
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: ZEAL DI PIETRO BELPEDIO
  • Distribuzione: ARTISTI ASSOCIATI NEW MEDIA/GRUPPO MINERVA INTERNATIONAL (1999) - CIC VIDEO.

NOTE

REVISIONE MINISTERO AGOSTO 1998

CRITICA

"Torna al cinema attivo Piero Vivarelli, figura multiforme del nostro cinema che ha attraversato animando diversi generi dal cosidetto 'musicarello' a quello esotico-erotico, ma anche personaggio umano dagli imprevedibili risvolti (...) La simpatia del film, che è anche quella del regista, non impedisce di coglierne i molti limiti". (Paolo D'Agostini, 'Annuario del cinema italiano 1999 - 2000')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy