La ragazza del punk innamorato

How to Talk to Girls at Parties

GRAN BRETAGNA, USA - 2017
La ragazza del punk innamorato
Croydon, sobborghi di Londra, 1977. Prede del fascino ribelle e anticonformista suscitato dal gruppo musicale Sex Pistols, tutti gli adolescenti del Regno Unito vogliono diventare punk. Tra questi c'è anche Enn, un ragazzo senza speranza, che durante una festa organizzata dalla regina del punk Boadicea vede realizzato il sogno di ogni suo coetaneo: tra i partecipanti c'è infatti un gruppo di splendide studentesse straniere. Tra queste c'è l'enigmatica Zan, di cui Enn si innamora a prima vista. Tuttavia, in realtà queste ragazze sono alieni provenienti dallo spazio e inviati sulla Terra per preparare un misterioso rito di passaggio. Quando l'oscuro segreto alieno viene a galla, Enn deve rivolgersi a Boadicea e ai suoi seguaci per salvare Zan da morte certa. E dopo la sfida lanciata dai punk agli alieni, l'universo di Enn e Zan non sarà più lo stesso.
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, HORROR, MUSICALE, FANTASY
  • Specifiche tecniche: (1:1.85)
  • Tratto da: racconto "Come parlare con le ragazze alle feste", contenuto nell'antologia "Il cimitero senza lapidi e altre storie nere" di Neil Gaiman (ed. Mondadori)
  • Produzione: IAIN CANNING, HOWARD GERTLER, JOHN CAMERON MITCHELL, EMILE SHERMAN PER HANWAY FILMS, LITTLE PUNK, SEE-SAW FILMS
  • Distribuzione: CINEMA DI VALERIO DE PAOLIS (2018)

NOTE

- TRA I PRODUTTORI ESECUTIVI FIGURA ANCHE NEIL GAIMAN.

- FUORI CONCORSO AL 70. FESTIVAL DI CANNES (2017).

CRITICA

"Si comincia con atmosfere alla 'Trainspotting', protagonisti tre teenager arrabbiati, e si vira inaspettatamente in fantascienza, quando i piccoli punk capitano alla festa sbagliata e collidono con quella che all'inizio pare una compagnia di performer, subito dopo una setta californiana, infine un drappello di alieni dediti al cannibalismo. In mezzo una storia d'amore contrastata tra uno dei ragazzi (Alex Sharp, faccia simpatica da tenere d'occhio) e la Elle Fanning di 'Neon Demon'. Atmosfera vibrante ed energica, molto humour acido in stile 'Doctor Who', perfino la Ruth Wilson di 'The Affair' nella parte di una marziana assatanata." (Egle Santolini, 'La Stampa', 22 maggio 2017)

"II giubileo della regina, una tribù di ragazzini punk, una delegazione intergalattica con tendenze erotomani, Nicole Kidman che sembra Debbie Harry, costumi elaboratissimi di Sandy Powell per un indie a piccolo budget che mischia Giulietta e Romeo a Julian Temple. Scassato e a tratti ripetitivo, il nuovo film di John Cameron Mitchell, 'How To Talk To Girls at Parties' (...) ha in sé una vena di irriverenza e di gioco (...). Il che lo rende un intermezzo piacevole, come una boccata d'aria (...)." (Giulia D'Agnolo Vallan, 'Il Manifesto', 23 maggio 2017)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy