La ragazza del mio migliore amico

My Best Friend's Girl

USA - 2008
3/5
La ragazza del mio migliore amico
Dustin ha finalmente trovato la donna dei suoi sogni: Alexis, una ragazza molto bella, intelligente e dal carattere fermo e risoluto. I due passano molto tempo insieme e hanno molte cose in comune, ma quando Dustin decide di dichiarare ad Alex il suo amore, lei gli dice di non sentirsi ancora pronta ad impegnarsi seriamente e che preferirebbe rimanessero amici. Per conquistare il cuore di Alex, Dustin decide quindi di rivolgersi al suo amico Tank, esperto nel recupero dei 'rapporti sentimentali falliti'. Tuttavia, Alexis è troppo sveglia per cadere nei tranelli messi in atto per farle apprezzare nuovamente Dustin inoltre, avendo trovato pane per i propri denti, sarà lo stesso Tank a capitolare e ad innamorarsi della ragazza del suo migliore amico...
  • Durata: 103'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, 35 MM (1:1.85)
  • Produzione: MANAGEMENT 360, NEW WAVE ENTERTAINMENT, SUPERFINGER ENTERTAINMENT, TERRA FIRMA FILMS
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES (2009)
  • Data uscita 19 Giugno 2009

TRAILER

RECENSIONE

di Federico Pontiggia
Volgare, sopra le righe e scorretta: è La ragazza del mio migliore amico, ma sono tutti complimenti. Prodotta da Lionsgate, in Italia con Eagle Pictures, la commedia rosa-shocking di Howard Deutch ha per protagonisti lo sciupafemmine - definizione letterale - a pagamento Dane Cook (comico e cabarettista poliedrico, con pregevoli incursioni al cinema) e Kate Hudson (meno fastidiosa di altre volte), impegnati in un duello dei sessi senza sconti.
Gran parte del merito, ovvero delle risate, va al Tank di Cook, maestro nel sedurre e maltrattare le donne per farle ritornare dai fidanzati mollati: missioni sempre riuscite, fin quando dal suo migliore amico e coinquilino Dustin (Jason Biggs) non gli viene commissionato il "recupero" di Alexis (Hudson)... In carnet battute su pornografia, masturbazione e via dicendo, La ragazza del mio migliore amico cerca di far pulizia delle smancerie del genere di riferimento, la commedia romantica, di cui può essere considerato una parodia, ma fino a un certo punto: l'happy end non va in soffitta, ma prima ce n'è per tutti i gusti, anche quelli più perversi. Buon cinema d'evasione, prima dei definitivi saldi estivi...

CRITICA

"Quanto risulta imbastardita la tradizione della commedia sofisticata, quella della 'guerra tra i sessi', quella dove Katherine Hepburn (altro che Kate Hudson) stendeva ai suoi piedi tutti. I Cary Grant e gli Spencer Tracy. Rimescolata con 'Happy Days' e 'American Pie', per il pubblico delle ragazzine, è diventata irriconoscibile. E anziché far sorridere (lasciamo perdere far pensare) fa tristezza." (Paolo D'Agostini, 'la Repubblica', 19 giugno 2009)

"Diretta con poco sugo da Howard Deutch, 'La ragazza del mio migliore amico' è una commedia cattivella e antiromantica, che a un certo punto devia sul sentimentale senza molta plausibilità e senza diventare accattivante. Tuttavia pare che l'antipatico Cook abbia le sue fans." (Alessandra Levantesi, 'La Stampa', 19 giugno 2009

"Spassosa tragedia con tollerabili sbandate sdolcinate. Ritmo eccellente. Linguaggio da caserma elevato a potenza comica da una sceneggiatura astuta: sboccatissima, ma non gratuita. E quindi volgare a fin di bene." (Alessio Guzzano, 'City', 19 giugno 2009)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy