La ragazza dal pigiama giallo

ITALIA, SPAGNA - 1977
Su una spiaggia nei pressi di Sidney viene trovato, fra i rottami di un'auto data alle fiamme, il cadavere di una ragazza col volto carbonizzato che indossa i resti di un pigiama giallo. Ai due giovani colleghi incaricati ufficialmente delle indagini si affianca, malvisto, il vecchio ispettore Thimpson, ora in pensione. Vediamo poi una giovane olandese, Glenda, che pur avendo un marito, l'italiano Antonio, continua a frequentare i suoi amanti: il maturo chirurgo Henry Douglas e l'operaio Roy. Dopo aver perduto il figlio, ancora in fasce, avuto da Antonio, la donna decide di abbandonarlo per unirsi al medico, che però la respinge. Seguendo i suggerimenti di Roy, che l'accompagna, Antonio ritrova la moglie: c'è, tra i due, una colluttazione, durante la quale Glenda viene ferita, tanto da sembrare morta. Roy la chiude nel bagagliaio della sua automobile. Sarà dunque Glenda la ragazza dal volto sfigurato trovata sulla spiaggia di Sidney? Thimpson, che ha scoperto la verità, pagherà duramente la sua tenacia di investigatore.
  • Altri titoli:
    La chica del pijama amarillo
    The Pyjama Girl Case
    The Girl in the Yellow Pajamas
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: GIALLO
  • Specifiche tecniche: VISTAVISION, 35 MM
  • Produzione: GIORGIO SALVIONI PER ZODIAC (ROMA), PICASA (MADRID)
  • Distribuzione: CAPITOL INTERNATIONAL (1978)
  • Vietato 14

CRITICA

"Impostato su una originale trovata narrativa, destinata a concludersi con un azzeccato colpo di scena; il film è costruito con abilità: il ritmo è sciolto, l'ambientazione suggestiva, discreta, anche se poco approfondita psicologicamente, la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto quella del vecchio ispettore Thimpson. Convincono poco, invece, l'ambizione di ancorare il 'giallo' a una tematica sociale - quella dell'emarginazione degli emigrati - che resta appena accennata, e la conseguente faticosa convivenza in una stessa storia di troppi disparati elementi: la 'detective's story' con l'erotismo, il dramma psicologico-sociale con l'horror, e così via." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 84, 1978)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy