LA PRIGIONE D'ACCIAIO

ITALIA - 1913
LA PRIGIONE D'ACCIAIO
Un mendicante rapisce il figlio del marchese di Tyndal e crescendo diventa un pericoloso bandito. La sua fidanzata avida di denaro lo consegna al padre che lo farà rinchiudere in una prigione d'acciaio. Quando il marchese muore, il figlio riesce ad evadere, ma nella fuga verrà investito da un treno.
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: Aquila Films, Torino

CRITICA

Un solo effetto si propone: tenere desta, più che mai desta, l'attenzione del pubblico (stavo per dire "popolo"), e stupire con trovate più o meno originali e sapienti.

Olleia (corr. Da Catania) in "La Cine-Fono la Rivista Fono Cinematografica", Napoli, n. 290, 12 settembre 1914
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy