LA PREDA E L'AVVOLTOIO

ITALIA - 1972
LA PREDA E L'AVVOLTOIO
Danny Lom, figlio del proprietario di una fattoria del West, nonostante l'abilità nel cavalcare e nell'usare la pistola, dimostra spiccate attitudini per la pittura. Allo scopo di assecondare le aspirazioni del giovane, il padre vende la fattoria e parte con lui alla volta della città. Nel corso del viaggio, la diligenza viene assalita dai banditi: Danny, caduto in un folto cespuglio nel corso dello scontro a fuoco, assiste impotente al massacro del padre e degli altri viaggiatori. Grazie al suo acuto spirito di osservazione, il giovane è comunque riuscito a fissare nella sua mente alcuni particolari dell'abbigliamento e dell'armamento dei banditi. Questi elementi gli consentono di individuare alcuni dei colpevoli fra gli abitanti di un vicino villaggio e di punirli. Innamoratosi della figlia dello sceriffo del villaggio, Danny si trova in una difficile situazione allorché nota sugli stivali del padre della ragazza un paio di speroni appartenenti inequivocabilmente a uno dei banditi. Allorché lo sceriffo gli rivela che gli speroni gli sono stati regalati dal signor Stanford, un ricco proprietario della zona, Danny non tarda a riconoscere in quest'ultimo il capo dei banditi. Con l'aiuto dello sceriffo e di un gruppo di volontari, egli riesce infine a sconfiggere Stanford e il resto della banda.
  • Durata: 91'
  • Colore: C
  • Genere: WESTERN
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: DEVON (ROMA) COPERCINES (MADRID)
  • Distribuzione: TITANUS

CRITICA

Un western men che mediocre che non riesce a sfruttare convenientemente, per l'insufficienza della regia, alcuni spunti abbastanza originali offerti dal soggetto. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy