La Polinesia è sotto casa

ITALIA - 2009
1/5
La Polinesia è sotto casa
Il giovane Stefano non potrebbe essere più soddisfatto della sua vita: ha un ottimo impiego presso una grande multinazionale tedesca, una fidanzata rampolla dell'alta società, frequenta gente di livello e viaggia spesso per lavoro. Tuttavia, Stefano sente dentro se stesso un insopprimibile bisogno di evasione da un'esistenza inadeguata ai suoi reali bisogni. Poi, un giorno, un incontro gli riaprirà le porte di una passione che credeva sopita, cavalcare le onde con il suo surf, ma allo stesso tempo lo renderà tristemente consapevole di quanto le persone intorno a lui abbiano poco a che fare con la sua vera essenza. Deciderà quindi di cambiare il suo percorso esistenziale alla ricerca di ciò che davvero conta per lui.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: dall'omonimo romanzo di Saverio Smeriglio (ed. Sacco, collana Acqualuce, 2006)
  • Produzione: ALOHA ENTERTAIMENT
  • Distribuzione: MEDUSA (2010)
  • Data uscita 27 Agosto 2010

TRAILER

RECENSIONE

di Giulia Lucchini

Premiato al Festival di Honolulu, ecco La Polinesia è sotto casa, tratto dall’omonimo romanzo di Saverio Smeriglio, che ne firma la regia insieme all’illustratore Andrea Goroni. Lo spunto è originale poichè è il primo film italiano legato al mondo del surf: lontani dalle coste californiane di Un Mercoledì da leoni, ci troviamo immersi lungo l’affascinante riviera del Conero, ma, a parte lo scenario marchigiano, purtroppo di onde, di surf e della connessa filosofia di vita c’è molto poco.
Al centro del film, piuttosto, è la crisi esistenziale di un manager trentenne, interpretato da Gianluca D’Ercole, preda di sogni inconsistenti, che decide di mollare casa, lavoro e fidanzata rampolla dell’alta società per fuggire sul surf, alla ricerca della vera felicità. Comunque, un’opera prima che manca la cresta dell’onda.

NOTE

- RIPRESE EFFETTUATE NELLA RIVIERA DEL CONERO (MARCHE). ALCUNE SCENE DI SURF INVECE SONO STATE GIRATE SULLA COSTA AMERICANA DI SAN DIEGO.

- HA OTTENUTO IL RICONOSCIMENTO DA PARTE DEL MINISTERO DEI BENI CULTURALI, DI INTERESSE CULTURALE NAZIONALE.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy