LA PARATA DELL'ALLEGRIA

WHEN COMEDY WAS KING

USA - 1959
Si tratta di un' antologia del film comico fiorito in America, specialmente ad Hollywood, al tempo del muto, attraverso un periodo che va dal 1920 al 1928.
"I bei vecchi tempi a Keystone" riportano lo spettatore allo studio di Mack Sennett, dove nacque la commedia di Hollywood. Qui fa le sue prime armi Charlie Chaplin. A Keystone ritroviamo la folleggiante Mabel Normand col suo partner Fatty Arbukle.
"Teddy il macchinista" ci fa ammirare la seducente Gloria Swanson con un Wallace Beery, che muove i primi passi.
Ecco Harry Langdon, l' eterno fanciullo ingenuo nel "Pupo immortale", una comica soffusa di sottile pathos.
Segue Hal Roach, il maestro dell' invenzione comica, che con la collaborazione del regista McCarey, passa dalla comica individuale alla commedia corale. "La gran faccia di bronzo" dà modo di ammirare ancora la bravura impareggiabile di Buster Keaton. Seguono le prime avventure comiche di Ben Turpin, delle quali fu regista Frank Capra, con l' apparizione delle avvenenti ragazze di Sennett.
Nel film "Il violino e l' archetto" riappaiono i simpatici, inseparabili Stanlio e Ollio, cui è affidato il compito di suscitare le ultime risate. Nel 1928 dirigeva i loro film Leo McCarey e l' operatore era George Stevens.

CAST

NOTE

COMM: ROBERT YOUNGSON.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy